Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Napoli, che ti succede?


Napoli, che ti succede?
26/09/2019, 17:53

Nessuno avrebbe potuto immaginarlo. Il Napoli al secondo ko nelle prime cinque giornate. Il dato non è da sottovalutare: l’Inter di Antonio Conte continua a viaggiare a punteggio pieno mentre la Juventus tra mille difficoltà riesce a tenere il ritmo dei nerazzurri portando un ritardo di sole due lunghezze.

Cosa non è andato nella gara di ieri sera al San Paolo? A guardare i numeri potremmo parlare soltanto di sfortuna, ma sarebbe troppo riduttivo addurre tutto alla cattiva sorte. Carlo Ancelotti cambia tanto rispetto alla gara di Lecce. Un primo tempo decisamente opaco da parte degli azzurri; nella ripresa il Napoli attacca e crea molto ma non con la solità lucidità e freschezza. Il gol preso in contropiede è soltanto la ciliegina su una torta decisamente amara da digerire.

Gli equivoci tattici

Il tecnico partenopeo per quanto vinto in carriera difficilmente può essere messo in discussione, ma alcune scelte lasciano perplessi. Su tutte quella di Lozano, pagato più di 40 milioni, messo al centro di un attacco e palesemente non a suo agio. Perché non dare un riferimento di peso in attacco scegliendo dal primo minuto uno tra Llorente e Milik e mettere il messicano nelle migliori condizioni per esprimersi? Con i se e con i ma non si va da nessuna parte, ma tutti hanno visto come l’ingresso dello spagnolo abbia dato ulteriore peso all’attacco azzurro. Senza regalare un tempo ai sardi, probabilmente staremmo qui a parlare di un altro risultato.

Il caso Insigne

In una serata grigia per tutto il Napoli, a preoccupare in modo particolare i tifosi la prestazione di Lorenzo Insigne. Lo scugnizzo di Frattamaggiore, nonostante ai microfoni di Sky abbia dichiarato massimo impegno da parte sua e dei compagni, sul rettangolo verde di gioco è apparso svogliato e poco calato nella partita. Un capitano dovrebbe dare sempre il massimo, più di tutti. Cosa ti succede Magnifico?

Il Napoli ha la fortuna di ritornare subito in campo domenica alle 12.30. Non si può più sbagliare. Il campionato è appena iniziato, ma i bonus a disposizione sono già esauriti.

Commenta Stampa
di Giovanni Moccia
Riproduzione riservata ©