Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

I PROBABILI COLPI

Napoli, cinque nomi per il centrocampo


Napoli, cinque nomi per il centrocampo
05/06/2011, 13:06

Molti dubbi e tanti nomi. Sembra essere questo il tema portante del mercato del Napoli. Il fulcro di tutto è il centrocampo, reparto chiave di qualsiasi squadra. Inler, Palacios, Dzemaili, Borja Valero, Palombo e chi più ne ha più ne metta. Tutti che sembrano ad un passo, tutti in realtà ancora lontanissimi.
Alzi la mano chi mai avrebbe pensato che sarebbe stato così difficile sostituire Michele Pazienza.
Inler sembra ormai della Juventus, domani le due società bianconere potrebbero parlarsi in occasione dell'assemblea di Lega e gettare le basi per chiudere l'affare. La cifra dovrebbe essere 15 milioni con l'inserimento di qualche partita tecnica. Proprio però il fatto che l'Udinese voglia solo soldi lascia ancora aperto un piccolo spiraglio al Napoli.
Palacios, quello che sembrava più vicino di tutti a vestire la maglia azzurra, per il momento resta in Inghilterra, o almeno ci resta la proprietà del suo cartellino, in attesa di una chiamata. Il Napoli ci pensa, pensa se chiudere o meno per un giocatore che sì alzerebbe il tasso qualitativo e fisico del centrocampo, ma che comunque ha giocato poco nell'ultimo campionato di Premier a causa di problemi fisici o per scelta tecnica dell'allenatore degli Spurs.
Dzemaili sembra ad ormai ad un passo. Il giocatore, il cui arrivo molto probabilmente comporterebbe la parteza di Blasi, è comunque un nazionale, svizzero come Inler, costa meno di tutti e potrebbe diventare un buon ricalzo.
Palombo, il capitano della Sampdoria appena retrocessa, sarebbe forse il colpo migliore per il centrocampo azzurro. Corsa, forza fisica e qualità oltre ad un rapporto di grande stima con Mazzarri sono ottime basi per chiudere subito l'affare. Sarebbe, ma secondo le ultime voci che arrivano da Genova, il blucerchiato sembra pronto a ridursi l'ingaggio e restare con la Samp anche in serie B.
Infine Borja Valero. Lo spagnolo del Villarreal, quello che sembra più lontano di tutti, (tante le squadre su di lui) che molto probabilmente resterà con la sua attuale squadra, ma che nessuno ancora si sente di escludere dal toto nomi visto che Bigon e la dirigenza azzurra non sono nuovi a sorprese e l'affare Cavani della scorsa estate lo dimostra.
Queste le trattative note, vere e meno vere, che il Napoli cerca di portare avanti in questo difficile mercato che comunque è da ricordare non è ancora cominciato e proprio per questo non bisogna avere nessuna fretta nel chiudere subito o nel pretendere chissà quale colpo.

Commenta Stampa
di Marco Marino
Riproduzione riservata ©