Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

La cabala spera nel motto non c'è due senza tre

Napoli, con l'Inter si può fare


Napoli, con l'Inter si può fare
11/02/2010, 10:02

NAPOLI - Il Napoli prepara la sfida di domenica contro l’Inter. Walter Mazzarri vuole mettere da parte la sconfitta incassata domenica scorsa ad Udine e tutta la questione arbitrale e concentrarsi esclusivamente sul match in programma nella notte di San Valentino allo stadio San Paolo.
La partita con la capolista ha un sapore particolare perché può consegnare agli azzurri la consacrazione definitiva e far si che la sconfitta con l’Udinese sia stata solo un episodio.
Il Napoli si sta allenando con concentrazione e determinazione e il tecnico sta valutando le scelte di formazione per mettere in piedi la miglior squadra anti-Inter.
Tante conferme e diversi ballottaggi: in primis quello a centrocampo tra Pazienza e Cigarini, considerando la forza dei nerazzurri potrebbe essere utile un giocatore più di quantità come l’ex viola, ma si vuole provare a sorprendere con qualche tiro da fuori area può essere protagonista il giovane regista. Ballottaggio aperto anche tra Aronica e Dossena, anche qui la scelta potrebbe essere dettata dalla caratterista dell’avversario di attaccare con uomini capaci di superare qualsiasi muro. Per questo Mazzarri potrebbe preferire l’ex Reggina. Lui è più propenso alla fase difensiva rispetto al nuovo arrivato che sembra più simile a Maggio. A proposito del numero 11, contro i nerazzurri non ci sarà a causa della squalifica rimediata domenica scorsa a Udine, al suo posto nuova occasione per Zuniga. Il colombiano ha voglia di riscattarsi e di convincere mister e tifosi delle sue potenzialità. Il giocatore era sulla lista dei partenti a gennaio, ma la società alla fine ha cambiato idea e ha deciso di provare a puntare su di lui.
Ieri la squadra milanese si è fermata a Parma con un pareggio che in ogni caso serve a Mourinho per allungare sulle inseguitrici Roma e Milan.
La ricetta per battere l’Inter non c’è. Ma se il Napoli proverà ad aggredire e lo stadio sarà quella cornice che tutti ci aspettiamo, allora si può...

Commenta Stampa
di Francesca Fortunato
Riproduzione riservata ©