Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Callejon, Higuain e Jorginho stendono la Roma 3-0

Napoli d'acciaio: è in finale di Coppa Italia


Gonzalo Higuain e Josè Callejon
Gonzalo Higuain e Josè Callejon
13/02/2014, 09:25

NAPOLI - Se questo non si chiama "sognare", allora è davvero difficile capire cosa ci sia dietro questa parola. Per Napoli, il Napoli e i tifosi del Napoli quella di ieri è stata senza dubbio una serata indimenticabile. La squadra di Benitez vola in finale di Coppa Italia dopo aver fatto fuori la Roma con un 3-0 sintomo di superiorità tecnica e tattica. E non solo. Farlo sotto gli occhi di Diego Armando Maradona, tornato al San Paolo dopo quasi nove anni, non è certo uno spettacolo di tutti i giorni. La gente del San Paolo impazzisce di gioia e quando all'inizio del secondo tempo Maradona compare al fianco di De Laurentiis in tribuna d'onore, i tifosi non sanno più se pensare alla partita o dedicare tutte le loro attenzioni al figliol prodigo tornato finalmente a casa.
Il Napoli, dunque, schiaccia la Roma e si conquista il diritto a giocarsi il tricolore di Coppa Italia il prossimo maggio all'Olimpico contro la Fiorentina. I segnali di ripresa della squadra di Benitez si erano già visti nella partita d'andata ed in campionato contro il Milan. Ieri sera si è avuta la conferma definitiva che gli azzurri sono tornati ad essere quelli di inizio stagione. Proprio a causa del predominio atletico degli azzurri la Roma soffre quando viene attaccata con trame veloci e ficcanti. Bastos, in particolare ha difficoltà ad arginare l'impeto che sulla fascia destra del fronte offensivo degli azzurri esprimono in continuità con rapide combinazioni Maggio e Callejon. Hamsik, pur essendo un po' frenato dal compito di dover guardare a vista De Rossi per arginare le ripartenze giallorosse, svaria in fase attiva su tutto il fronte d'attacco incrociandosi spesso con Higuain. La Roma risponde nel modo che le è più congeniale, vale a dire con le folate di Gervinho e Ljajic sulle due fasce, sostenuti al centro dalle concrete geometrie di Pjanic. Il primo tempo è divertente e veloce ed in alcuni tratti la partita è davvero appassionante. Il Napoli esercita una pressione piu' consistente degli avversari, ma i giallorossi si rendono pericolosi in piu' di un'occasione con Strootman, Destro e Ljajic. Reina si deve superare in un paio di occasioni ed in una circostanza, quando riesce ad anticipare in uscita Destro, si procura anche una contusione ad un ginocchio che tiene per qualche minuto con il fiato sospeso anche Benitez in panchina. Poco dopo la mezz'ora sul traversone di Maggio, Callejon si fa trovare davanti alla porta di Di Sanctis e devia in rete di testa. All'inizio della ripresa si decide la gara e con essa la qualificazione alla finale. Il Napoli piazza un terrificante uno-due con Higuain e Jorginho ed il gioco è fatto. I giallorossi dovrebbero segnare due volte per guadagnarsi i tempi supplementari, ma gli azzurri non tremano. Con l'espulsione di Strootman al 33' si chiude anche lo spettacolo sul campo mentre quello sugli spalti continua ancora per un po'. Per i tifosi del San Paolo la serata è troppo bella perchè finisca così presto.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©