Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Amodio, Rullo e De Zerbi sulla lista dei partenti

Napoli, Datolo piace al Boca ma resta


Napoli, Datolo piace al Boca ma resta
17/12/2009, 16:12

NAPOLI - Non solo mercato in entrata, anzi l’obiettivo principale di gennaio è sfoltire la rosa. La società azzurra ha avuto mandato da mister Mazzarri di cedere diversi “pezzi” della rosa al fine di poter giostrare una lista meno ampia e poter effettuare qualche innesto che completi lo schieramento del Napoli.
Al di là della questione esterno sinistro, quindi, e dei vari nomi dei centrocampisti da D’Agostino a Ledesma. In casa azzurra stanno arrivando differenti offerte per acquistare giocatori.
Il guaio è che i nomi sono quasi sempre quelli e chi viene poco utilizzato e dovrebbe essere ceduto non c’è.
Al Boca Junior, infatti, piace Datolo. L’argentino, però, dovrebbe restare a Napoli senza grossi dubbi e preoccupazioni. Mazzarri crede nel centrocampista che è alla ricerca di un pò di spazio. E’ l’eroe della vittoria sulla Juventus e il Napoli lo terrà con sè.
Anche per Cigarini stanno arrivando alcune offerte, per Zuniga ci sono in ballo una serie di scambi (come quello con Modesto).
Il problema, quindi, è come piazzare Amodio, De Serbi e Rullo. Giocatori che hanno un ingaggio elevato per il loro utilizzo e il loro rendimento. Meno giocano e meno li cercano e il Napoli si ritrova a dover attendere i termini contrattuali prima di poter evitare spese poco utili.
Si deve pensare a qualche società di serie inferiore e capire chi è disponibile a cambiare categoria.
Tornando al mercato in entrata, ci sono diversi movimenti che sta effettuando la società campana: Modesto è in pole per il posto dell’esterno, anche se l’ipotesi Molinaro non è da escludere completamente e Dossena potrebbe rifarsi vivo.
A centrocampo le idee sono diverse: D’Agostino piace molto al tecnico e non solo, una scelta importante e dispendiosa ma utile al gioco del Napoli. Il centrocampista dell’Udinese, infatti, ha sia le qualità tecniche che la prestanza fisica. Pare, inoltre, ch ei rapporti tra l’atleta, la società e l’allenatore non siano più così brillanti e i campani potrebbero sfruttare il momento
In atto anche la pista Ledesma, senza dimenticare Candreva.

Commenta Stampa
di Francesca Fortunato
Riproduzione riservata ©