Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Alla Julie parla Josè Alberti

"Napoli, devi avere il coraggio di aspettare Vargas"


.

'Napoli, devi avere il coraggio di aspettare Vargas'
13/01/2012, 16:01

Nel match di coppa contro il Cesena, un Napoli poco concreto porta a casa il passaggio del turno con qualche sofferenza di troppo. Squadra per la metà rimaneggiata, con un attacco quasi titolare e la sorpresa Edu Vargas da primo minuto. Proprio il gioiello cileno, neo acquisto del mercato di gennaio, ha parzialmente deluso le aspettative, finendo per essere sostituito a fine primo tempo. Delle qualità, e della prestazione di Vargas, la nostra redazione ne ha parlato con un grande conoscitore del calcio sudamericano e di quello partenopeo: Josè Alberti.

Josè, l'arrivo di Vargas a Napoli è stato accolto benissimo. Eppure ieri il giocatore non ha impressionato. Perchè?
Attenti a dare giudizi. Vargas servirà sicuramente al Napoli. Bisogna aspettarlo, però. Per i giocatori sudamericani come lui servono almeno 6-7 mesi per ambientaris bene al nostro calcio. Serve una preparazione fisica prima e alimentare poi. Lui viene da un calcio diverso, meno fisico e più tecnico, non è abituato a difese strette e pressanti

Effettivamente ieri contro il Cesena veniva costantemente chiuso...
Deve adattarsi al calcio italiano. Il Cesena è una squadra compatta. L'ha messa sul piano fisico e lo ha mandato in difficoltà. Lui poi non è molto robusto ed è giovane. Ma ha grandissime qualità. Più che "servire" al Napoli, io dico che può fare la differenza

Allora diciamo che il vero Vargas lo potremmo gustare solo il prossimo anno.
Credo di si. Ma per ogni giocatore sudamericano è stato così.

Anche Mazzarri ha ammesso le sue colpe dicendo di aver sbagliato a provare dal primo minuto Edu. E' d'accordo quindi?
E' stata sicuramente una mossa sbagliata. Ci sono cose che devono prendere il loro regolare percorso, non bisogna farle correre. Altrimenti si rischia di bruciare giocatori del genere. Mazzarri e i napoletani devono avere il coraggio di aspettare Vargas. Credetemi, ripagherà!

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©