Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Napoli, futuro incerto su Cavani e Mazzarri


.

Napoli, futuro incerto su Cavani e Mazzarri
10/05/2013, 12:57

NAPOLI- Si giocherà domenica 12, all’ombra dello Stadio San Paolo, l’ultima, attesissima partita in casa tra il Napoli e il Siena e si arriverà allo scontro finale il 19, quando la squadra partenopea affronteràla Romanell’ultima giornata di Campionato. E se i tifosi partenopei sono in trepidante attesa per gli esiti, ci si interroga con altrettanta curiosità sul destino di Cavani e di Mazzarri, figure ormai di spicco nella famiglia degli azzurri. Il Matador, probabilmente, lascerebbe il posto a Pablo Daniel Osvaldo, attaccante della Roma, che il dirigente Riccardo Bigon tiene d’occhio da tempo. Già i tempi i cui segnava tra le fila dell’Espanyol, Bigon sognava per lui l’accoppiata con Cavani: una miscela esplosiva, insomma.  Per quanto riguarda Mazzarri, l’incertezza è altrettanto presente. Tuttavia il tecnico non desidera rivelare quali sono i suoi progetti e preferisce concentrarsi sulle due prossime partite, per poi rimandare le decisioni ad un secondo momento. Da parte sua, De Laurentiis non sembra infastidito ma rimane piuttosto restio nel lasciare andare il mister tecnico. Prosegue quindi con i suoi tentativi di convincimento, con la seducente proposta di un contratto biennale record di 3 milioni a stagione più bonus. Eppure il presidente si guarda intorno, è pronto ad ogni evenienza e non si scompone, ostenta serenità  e invita i giocatori fare altrettanto. "Siamo in Champions: complimenti a tutti, adesso finiamo il campionato divertendoci", ha scritto su Twitter e in effetti l’entusiasmo per l’ultima vittoria in trasferta ha oscurato, almeno per qualche ora, l’incertezza sulle future sorti della squadra. A rompere il silenzio è Hamsik: “Posso solo ripetere che voglio Cavani e Mazzarri rimangano, abbiamo fatto bene finora e possiamo ripeterci. E' difficile pensare a un Napoli senza di loro ma questo è il calcio e vedremo cosa succederà”. 

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©