Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

DECIDE DE NICOLA

Napoli, la formazione la fa... il medico!


Napoli, la formazione la fa... il medico!
21/03/2012, 12:03

Come volevasi dimostrare: deciderà il medico, all’ultimo momento, prima di scendere in campo, dopo aver avvertito le risposte del corpo e anche quelle del cuore. Lavezzi sì, Maggio nì e Cavani così e così: ma nel gioco della coppia non c’è verso d’infilare percentuali, perché la cautela è d’obbligo. Napoli-Siena vale la finale di coppa Italia, un’altra ora e mezza da protagonisti, la possibilità di andare a contendere un trofeo e il sogno di poterlo afferrare e alzarlo al cielo: però, oltre quest’ora e mezza, c’è anche un campionato e la rincorsa al terzo posto da completare. I fatti separati dalle opinioni: Lavezzi ce l’ha fatta, ha smaltito l’affaticamento agli adduttori, avverte sensazioni positive e dunque va considerato abile e arruolato; per Maggio è pronto un parastinco protettivo ma bisognerà innanzitutto valutare se resisterà, sino alle 17, quel vago senso di dolore che lo accompagna da Stamford Bridge; Cavani ha avuto meno tempo per recuperare e a Udine, dopo aver rimediato l’entrata di Coda, ed essersi reso conto della distorsione alla caviglia destra, ha continuato, è riuscito a resistere, s’è scatenato, ha segnato una doppietta e poi ha cominciato ad accusare dolore. Succede: se non ce la facesse, il tenore in campo sarebbe Pandev (che ieri però ha avuto la febbre e andrà verificato). Formazione annunciata, giocano i titolarissimi, con Aronica che si riprende il suo posto sul centro-sinistra, con Maggio che orienterà il ballottaggio sulla corsia mancina: se dovesse rispondere presente, allora Zuniga scivolerebbe sul fronte opposto; altrimenti: il colombiano a destra e Dossena a spingere sull’altro versante.
FONTE: CORRIERE DELLO SPORT
PdM

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©