Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

2-0 subito in casa del Cagliari

Napoli, la prima sconfitta di Donadoni


Napoli, la prima sconfitta di Donadoni
20/04/2009, 09:04

Dopo quattro pareggi consecutivi gli azzurri cadono contro il Cagliari e tornano nel capoluogo campano senza neanche un punto. La squadra non c’è, il gioco neanche e nonostante Donadoni le provi tutte, in particolare nel finale, non c’è nulla da fare. A lasciare a bocca asciutta il Napoli sono i goal di Jeda al 4’ minuto e Lazzari nel finale del secondo tempo. La rete del vantaggio nasce da Matri che  pesca Jeda con un cross da sinistra e il colpo di testa è vincente.
Il primo sussulto degli ospiti è al 14': Zalayeta di sinistro inquadra il palo lungo e Marchetti chiude la porta.
Donadoni tra i pali fa affidamento su Bucci e a centrocampo rinuncia nuovamente a Datolo che resta ancora seduto in panchina ( se non per entrare al posto di Pazienza al 15’ della seconda frazione di gioco).
Gli azzurri non hanno molte idee e la manovra appare lenta. Nel finale, però, ci prova Lavezzi che di prepotenza stoppa una palla in area e gira di destro al volo a botta sicura, ma Marchetti ci mette una pezza, lì arriva la beffa: sulla ripartenza Lazzari in contropiede segna il 2-0.
"Un secondo tempo confortante". È il resoconto di Roberto Donadoni dopo la sconfitta incassata del Napoli in casa del Cagliari.
Nel post-partita il tecnico azzurro non si lascia andare e cerca ciò che di buono ha fatto la squadra: "Siamo stati puniti dal gol iniziale –si legge sul sito ufficiale della società-  Abbiamo sbagliato nell'intensità dell'approccio alla gara. Ma poi abbiamo giocato alla pari e nella ripresa ci siamo espressi meglio noi. Abbiamo costretto il Cagliari nella propria metà campo, li abbiamo chiusi nell'area e poi siamo andati vicinissimi al pareggio nell'occasione finale di Lavezzi".

Commenta Stampa
di Francesca Fortunato
Riproduzione riservata ©