Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Napoli, la sfida con l'Inter come sprone per il futuro


Napoli, la sfida con l'Inter come sprone per il futuro
17/02/2010, 09:02

NAPOLI - Il Napoli sa quanto vale ed è pronto per lo sprint europeo. E’ questo quanto venuto fuori dalla sfida con l’Inter e dalla conferenza di ieri di mister Mazzarri.
Domenica sera gli azzurri hanno messo sotto la capolista, almeno da un punto di vista di prestazione, hanno tenuto testa alla corazzata nerazzurra e hanno avuto una ulteriore conferma di quanto di buono stanno facendo.
Dall’altra parte, però, c’è un risultato che non rispecchia esattamente quanto visto in campo, nessun gol, solo tanti pali e traverse.
Questo ha fatto scattare dubbi su sull’attacco, o meglio sulla scelta di non far arrivare uno da 20 gol a stagione, uno capace di insaccare la palla alla Inzaghi e che si può fare anche la panchina.
L’idea è chiara: inutile acquistare un giocatore inferiore a quelli presenti, si deve puntare in alto e quindi la rosa è rimasta invariata da questo punto di vista.
La prestazione con l’Inter, però, ha mostrato in particolare aspetti positivi, come il solito straordinario De Sanctis, la difesa perfetta, un centrocampo solido con due mastini come Gargano e Pazienza che tengono a debita distanza gli attacchi avversari.
Domenica rientrerà Lavezzi, ci saranno Maggio e Dossena ma non Gargano (squalificato). Torna il tridente delle meraviglie, in difesa niente cambi.
Il Napoli si è ritrovato ieri a Castelvolturno per iniziare la preparazione della sfida con il Siena, la prossima gara in programma nel tabellone, una squadra concentrata, determinata e con la voglia di vincere per continuare la scalata alla Champions. Il rammarico non è tanto per il pari con l’Inter, vista la forze dell’avversario, ma per i punti persi a Udine. Ora, però, c’è solo bisogno di non calare la concentrazione, di restare con l’obiettivo fiso dinanzi agli occhi, perchè la splendida prestazione di domenica deve servire come conferma e sprone per un grande futuro.

Commenta Stampa
di Francesca Fortunato
Riproduzione riservata ©