Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

UN CINICO CONSIGLIO

Napoli, lascia perdere la forma: fai lo sciacallo!


Napoli, lascia perdere la forma: fai lo sciacallo!
10/05/2011, 18:05

L’arte meschina dello sciacallaggio esiste in ogni mondo, anche in quello del calcio ovviamente. Certo, arricchirsi, seppur sul piano meramente tecnico, approfittando cinicamente delle disgrazie altrui, in un modo o nell’altro, può sembrare disdicevole.
Non nello spietato mondo del pallone, però, dove l’economia (per non dir il danaro) detta legge.
Così succede che squadre che hanno investito tanto ed hanno fallito sono costrette a cedere i propri pezzi migliori, nel tentativo di ridurre i costi di gestione e fronteggiare la diminuzione degli introiti, prima, grande, diretta conseguenza di una retrocessione in una categoria inferiore.
Succede, inoltre, che alcuni presidenti discutano animatamente con i propri allenatori, magari perché in disaccordo sulla campagna di rafforzamento da attuare in estate. Succede che tra la cifra stanziata da chi deve scucire e quella richiesta da chi ne deve beneficiare, attraverso innesti di valore in squadra, ci sia un abisso incolmabile. Succede spesso e non solo nelle peggiori “famiglie” (società ndr).
In questi casi, forse, la logica suggerirebbe una soluzione spietata: e se per soddisfare le proprie esigenze, sia da un punto di vista numerico che sotto il profilo della qualità, quella società decidesse di “prendere per la gola” qualche piccolo club?
Le occasioni non mancherebbero, magari non saranno giocatori eccezionali, ma sono tutti elementi che hanno dimostrato di stare benissimo in Serie A.
Perfetti se, per caso, c’è un allenatore che chiede 22 elementi di buon livello, tra cui ci sia una sana concorrenza, perché la ritiene benefica per tutta la squadra.
Bari e Brescia, per il momento, sono andate giù e tra Puglia e Lombardia, in attesa che ci sia una terza “fallita”, si potrebbe già pescare qualcosa di buono.
Serve un “dodicesimo” ed un marcatore per la difesa? Serve un centrocampista con visione di gioco e piedi buoni ed un trequartista che possa far rifiatare i titolari in pectore ogni tanto? Una punta in grado di dare il cambio al centravanti titolare? Oppure, magari, una seconda punta agile e scattante?
Ogni riferimento non è puramente casuale…
Gillet, Masiello, Almiron, Diamanti (nella foto), Caracciolo, Barreto… ma un “furticino”?

Commenta Stampa
di Pietroalessio di Majo
Riproduzione riservata ©
LE ALTRE FOTO.