Sport / Calcio

Commenta Stampa

LO SCRIVE IL CDS

Napoli, mel mirino Gabbiadini e Armero o Peluso


Napoli, mel mirino Gabbiadini e Armero o Peluso
22/05/2012, 10:05

La questione Lavezzi ferma ai box, con il manager Mazzoni a Napoli insieme con il giocatore in attesa, e allora largo ai giovani: Gabbiadini sì, Verratti forse, Insigne no. O almeno, non ora con ogni probabilità. Parole di uomini. Parole di dirigenti o manager e poi nomi di giocatori che già gravitano nell’orbita del futuro del Napoli. Giovani, tutti e tre. E anche grandi talenti: un attaccante puro, un trequartista e un regista. De Laurentiis e company fanno sul serio. E a onor del vero, dopo la conquista della Coppa Italia, e con la nuova stagione articolata ancora su tre fronti all’orizzonte, c’è poco da scherzare.
IL TRIANGOLO - Dunque, le prime parole. Che non le porta via il vento, questa volta, se a lasciarle in eredità è il d.g. dell’Atalanta ed ex del club azzurro, Pierpaolo Marino. «Il Napoli mi ha chiesto due giocatori». Ecco la conferma alle indiscrezioni trapelate qualche giorno fa: «Gabbiadini e Peluso». Sì, eccoli i due pezzi del puzzle nerazzurro che da queste parti vorrebbero tramutare in tessere di un solo colore. «Vedremo cosa si può fare. Cigarini? Vorremmo trattenerlo e riscattarlo, e dunque lo tratteremo: ma resterà soltanto se rientrerà nei nostri parametri». Un vero e proprio triangolo di mercato, insomma. Che potrebbe portare a uno scambio di elementi, mettendo sul piatto il cartellino del regista emiliano, reduce da una buona stagione all’Atalanta ma soltanto in prestito.
L’ATTESA - Il chiodo fisso del d.s. Bigon, comunque, resta Gabbiadini (21). «Sarà un’estate molto calda, ha diverse richieste, sia in Italia sia all’estero: l’importante, comunque, è che alle spalle ci sia una progetto davvero importante. Nulla conta di più». Le dichiarazioni di Silvio Pagliari, manager del talentuoso attaccante dell’Under 21, che in 14 presenze con la Nazionale di Ferrara ha realizzato 10 gol, sembrano andare a nozze proprio con le linee guida del Napoli. In attesa, anzi sembra più corretto dire in stand-by, resta invece Peluso (28): lui piace a Mazzarri. E tanto basta per essere promosso. Però bisogna capire anche la portata dell’attacco che il Napoli sferrerà per portarsi a casa Armero (25) dall’Udinese. Nonché la piega che prenderà la storia tra il club e Dossena (30): uno, insomma, sarebbe di troppo.
FONTE: CORRIERE DELLO SPORT
PdM

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©