Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

PARLA WILSON

"Napoli, non cadere nelle trappole di Reja"


'Napoli, non cadere nelle trappole di Reja'
18/11/2011, 18:11

Ogni volta che giocano Lazio e Napoli per me è un tuffo al cuore. Perché sono mezzo napoletano, in quanto mia madre è partenopea, e ho vissuto sotto al Vesuvio per ben 23 anni. A Napoli ho anche vissuto le mie prime esperienze da calciatore, giocando nell'Internapoli nei lontani anni ‘60. Sono anni che ricordo con affetto perché erano quelli della mia giovinezza. Naturalmente non solo mi sento napoletano, io sono napoletano. Però devo ammettere che la mia squadra del cuore è la Lazio, perché lì ho giocato per ben dieci anni e sono legato ai colori biancocelesti. Però nel mio cuore c'è Napoli, la città, e per la squadra ho una grande simpatia. Le sfide tra Napoli e Lazio, soprattutto da quando ci sono Reja e Mazzarri, sono sempre molto belle. Apprezzo l'allenatore di Gorizia che qui a Roma viene criticato troppo, e so bene che lui conosce il Napoli almeno quanto Mazzarri. Lo si è visto nelle tre partite, dove la Lazio ha sempre fatto molto bene e il Napoli ha dovuto fare di tutto e di più per vincere l'ultima gara al San Paolo. Questo è accaduto perché si sono sfidate due squadre molto forti, che si sono rinforzate in estate. Il Napoli deve fare attenzione alle mosse di Reja, perché conosce molto bene il modo di giocare del Napoli ma soprattutto conosce benissimo i giocatori. Anche se solo li guarda in faccia, il tecnico della Lazio già sa cosa sentono i suoi ex ragazzi. Per questo Mazzarri si concentra molto prima di questa partita, perchè sa che sono tanti i tranelli che Reja è in grado di preparare. Vedere una sfida tra Napoli e Lazio di alta classifica è un piacere, anche se non è la Lazio la favorita per lo scudetto. Il Napoli lo scorso anno ha fatto un campionato straordinario, perché nonostante l'Europa League è riuscita a centrare un terzo posto davvero importante. Non è da tutti fare bene in campionato quando hai anche l'Europa League, e il Napoli nella scorsa stagione è anche riuscito a passare il turno. Sono certo che gli azzurri potranno fare bene anche quest'anno, visto che fino a questo momento il Napoli sta andando benissimo in Champions ed anche in campionato è appena dietro le grandi nonostante qualche sconfitta a sorpresa. Ci sarà adesso un lungo ciclo, davvero pericoloso, e la Lazio è la prima squadra di questa sequela di avversarie terribili. Io non dirò per chi farò il tifo perché chi mi conosce lo sa già, ma mi aspetto una grande partita. Però credo che sarà una partita più tattica rispetto allo scorso anno, dove le due squadre giocarono a viso aperto. Questa volta secondo me, sia la Lazio che il Napoli hanno maggiore interesse a non perdere piuttosto che a vincere. Quindi c'è il rischio di vedere una Lazio attenta, anche a causa di qualche assenza importante, e un Napoli che potrebbe subire un po' la disposizione in campo dei biancocelesti, che Reja a utilizzare molto bene soprattutto quando gioca in trasferta. Se il Napoli dovesse vincere già sabato comincerebbe questo ciclo terribile in discesa, e sarebbe una grande iniezione anche dal punto di vista ell'entusiasmo. Il Napoli dovrà giocare una serie di partite difficilissime: tra Champions e campionato non si potrà certo abbassare la guardia.

FONTE: PINO WILSON PER IL ROMA

Commenta Stampa
di Luigi Russo Spena
Riproduzione riservata ©