Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

CACCIA AI RINFORZI

Napoli, occhi rivolti all'estero


Napoli, occhi rivolti all'estero
12/08/2010, 10:08

Serve ancora qualche rinforzo a questo Napoli per garantire, e garantirsi, un'ottima annata. Passi per il difensore, forse non proprio indispensabile e che di certo sarà l'ultima scelta, ma un mediano ed un'altra punta di sicuro servono come il pane. Ma dove trovarli? Il mercato italiano è caro e privo di giocatori interessanti. Se pensiamo all'acquisto dell' attaccante, sono poche le società di massima serie con cui si potrebbe imbastire una trattativa. Rapporti di favore il Napoli li ha con società come Palermo, Chievo Verona, Sampdoria, e qualche big. Dalla prima si è già preso Cavani. Del Chievo si è parlato di Granoche, ma è un nome già fatto due anni fa e che in serie A non ha poi dimostrato il valore espresso nella cadetteria. Con i doriani il discorso è complicato. Garrone difficilmente permetterà la partenza di qualche giocatore, compreso il talentino Marilungo, degna riserva di Pazzini. Per il resto, se dalle grandi parte qualcuno lo fa solo per giocare titolare (vedi Obinna dell'Inter) e nel mercato di B non c'è molto da pescare (eccezion fatta per l'empolese Eder, ma c'è già chi gli offre il posto "fisso"). E allora non resta che guardare altrove. All'estero per intenderci. Arriverà probabilmente da lì la quarta punta del Napoli. Come sarà, con tutta probabilità, anche per il regista tanto invocato da Mazzarri. Da Sosa a Banega, tutti i nomi accostati alla causa azzurra dovranno passare la frontiera prima di approdare a Napoli. E' questo un segnale di pochezza del nostro calcio, ma anche di capacità della dirigenza. Quando De Laurentiis disse che a questo Napoli serviva innanzitutto un dirigente che sapesse parlare le lingue, non c'è che dire, ci aveva visto lungo...

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©