Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

FOCUS

Napoli: ora si, si può fare!


Napoli: ora si, si può fare!
04/04/2011, 10:04

Solo silenzio. Il giorno dopo la grande impresa, Napoli si è risvegliata in un frizzante silenzio primaverile. All'alba di un lunedì d'inizio aprile c'è una città quasi deserta. Tutti sono ancora a letto, con gli occhi chiusi. Nessuno vuole smettere di sognare stamattina. Il sogno continua da otto mesi, e le bocche restano chiuse al suono della "parolina magica". Si aprono, in qualche caso spalancano, solo di domenica per urlare braccia al cielo all'ennesimo gol azzurro. Il 25° di Cavani, o il primo di Dossena. Non fa differenza. Ma oggi è lunedì, e la città torna a restare muta di primo mattino. Tutta l'anima che c'era è stata cosparsa ieri, sulle gradinate dello stadio San Paolo. Una partita così, ed un'esultanza così, non si vedevano da anni. Più della vittoria a Torino contro la Juventus, perchè quella era in trasferta. Più del pareggio in extremis contro il Milan, perchè non valeva tre punti. Più di tutte le partite vinte all'ultimo secondo di gioco, perchè gli avversari non erano la Lazio di Edy Reja. E soprattutto, perchè una vittoria non valeva tanto onore. Se nessuna delle imprese precedenti aveva dato alito a sogni di gloria, il 4-3 di ieri getta via la maschera ai più razionali. Dopo la vittoria del genere, tutto si può fare. Si può cambiare forma in corsa, e trasformarsi da agnellini in leoni. Si può recuperare una partita che sembrava compromessa. Si possono rimontare gli avversari per due volte nello stesso match. Ci si può fare del male da soli, e rimediare in poco tempo ai propri errori. Si può vedere uno degli attaccanti più forti al mondo giocare ogni domenica per i propri colori. Si possono superare record storici. Si può gioire, e continuare a farlo per un anno intero, negli ultimi minuti. Si può piangere e urlare di gioia nello stesso istante. Si può...vincere, anche qualcosa in più di una sola partita. Napoli sogna, ma non troppo. Un nuovo giorno è già iniziato, ed è ora di alzarsi da letto e trasformare i sogni in realtà. Ora si, lo si può fare!

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©