Sport / Calcio

Commenta Stampa

TANTE LE ALTERNATIVE

Napoli, per il rinforzo in difesa è corsa a 4?


Napoli, per il rinforzo in difesa è corsa a 4?
05/07/2012, 11:07

Quell’armadio a quattro ante, un metro e novantuno centimetri di muscoli e tatuaggi, è il corazziere prescelto per allungare ulteriormente il bunker: ma in un mercato in cui gli euro circolano a velocità ridottissima, prima d’intervenire con gli assegni firmati val la pena di soffermarsi a riflettere. Il difensore di destra è la priorità d’un settore che va avanti ormai da un triennio a prova di usura ma se alle spalle di Cannavaro c’è Fernandez, se ad Aronica farà concorrenza Britos, Campagnaro rimane per il momento senza omologhi sulla zona di destra.
E allora, avanti con la pazza idea, coltivata in gran segreto prima di cominciare a lanciare segnali inequivocabili in Inghilterra: Martin Skrtel (28), il Pallone d’Oro slovacco del 2011, l’amico di Hamsik, il centrale difensivo del Liverpool, il curriculum vitae che cerca Mazzarri, intenzionato ad intervenire ma solo in presenza del certificato di qualità. Skrtel ha dunque le caratteristiche idonee per costituire il rinforzo d’una retroguardia nella quale il tecnico crede e per la quale è disposto a sacrificarsi una parte del capitale a disposizione solo per un esponente di assoluto richiamo: ha l’esperienza di chi ha attraversato la Premiership e l’Europa, ha la solidità di chi ha sopportato le pressioni di Anfield. Ma non finisce qua, perché com’è giusto che sia al mercato bisogna arrivarci con un block notes carico di alternativa: se Skrtel costa (e tanto: si tratta partendo da 12 milioni di euro), Diego Godin (26), uruguayano dell’Atletico Madrid vale almeno quanto pesa (e dunque parecchio: pure in questo caso, oltre i dieci milioni di euro). In principio, la tentazione era Mehdi Benatia (25): resta una ipotesi praticabile, però rimane un attimo nella penombra, al fianco di Alessandro Gamberini (31) della Fiorentina. Le gerarchie sono state già fatte: si parte da Skrtel, s’atterra dove si può.
FONTE: CORRIERE DELLO SPORT
PdM

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©