Sport / Calcio

Commenta Stampa

Napoli, quante richieste per i baby


Napoli, quante richieste per i baby
20/06/2011, 12:06

Il presidente Aurelio De Laurentiis ha detto chiaramente di voler puntare sulla «cantera», stile Barcellona. Il famoso modello catalano è ancora lontano, mancano strutture ed investimenti, ma proprio per questa ragione i risultati ottenuti dal vivaio del Napoli (vittoria dello scudetto Berretti e finale con i Giovanissimi che si sono dovuti arrendere con la Fiorentina) sono ancor più strabilianti. I virgulti azzurri, infatti, sono cresciuti ed i ragazzini che Peppe Santoro qualche anno fa selezionava in giro per la Campania sono diventati uomini. In tre hanno già esordito in serie A: si tratta del portiere Sepe, del centrocampista Maiello e dell’attaccante Insigne. Sono, però, soltanto la punta di un iceberg perché nel Napoli che verrà ci sarà spazio pure per il centravanti Ciano e magari per il regista Liccardo e per i difensori Izzo e Donnarumma.

Talentino - Di certo, per tutti loro, come per il talentuoso Nicolao Dumitru la prossima stagione sarà determinante. Dumitru è la stellina della «Under 21 di Mazzarri». Quest’anno ha giocato poco, ma ha fatto intravedere doti importanti. Adesso, il Napoli lo riscatterà per metà dall’Empoli (per 1,5 milioni di euro), ma potrebbe poi girarlo in prestito proprio ai toscani. Del resto, sia Nicolao che gli altri giovani azzurri hanno bisogno di mettere minuti nelle gambe e per farlo andranno in prestito tra B e Lega Pro. Tuttavia, qualcuno partirà comunque in ritiro con Mazzarri. A Dimaro, infatti, non ci saranno i sudamericani e di conseguenza ci sarà spazio per mettersi in mostra in particolare per le punte Insigne e Ciano. Il primo è reduce da una straordinaria stagione a Foggia in Prima Divisione, dove ha messo a segno la bellezza di 19 reti. Così facendo ha attirato le attenzioni di mezza serie B, con il Crotone però in netto vantaggio sulle rivali.

Ritorni e partenze - Discorso simile anche per Camillo Ciano, 18 reti in due anni tra Lecco e Cavese. "Tornare a Napoli è un mio sogno ma devo ancora farmi le ossa—ha detto di recente—, andare a giocare con continuità sarebbe la cosa migliore per me". Il bomber classe ’90, che piace alla Nocerina, andrà in Trentino e poi valuterà con la società le proposte che gli arriveranno. Per Raffaele Maiello, invece, c’è già la fila: si è informato il Crotone (clicca qui per leggere l'esclusiva di Iamnaples.it dello scorso 7 Giugno: la nostra redazione aveva già anticipato l'interessamento del Crotone, ndr), ma Bigon vuole un tecnico che ne sappia affinare le qualità. Magari un ex centrocampista come Roberto Breda, in procinto di accasarsi alla Reggina. Un prestito agli amaranto sarebbe la soluzione perfetta per far crescere Maiello e poi riportarlo alla base il prossimo anno. Anche per gli altri le richieste non mancano: Sepe potrebbe ricominciare dal Lecco, su Izzo c’è il Carpi (clicca qui per leggere l'esclusiva di Iamnaples.it dello scorso 16 Giugno, ndr), Liccardo (la scorsa stagione a Pagani) piace al Trapani e Donnarumma a Pescara e Cittadella.

Fonte: La Gazzetta dello Sport

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©