Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Napoli, Sanchez non è solo un sogno


Napoli, Sanchez non è solo un sogno
17/05/2011, 16:05

NAPOLI - Subito, senza perdere tempo, e per ore. Soli, tutt'e due, Aurelio De Laurentiis e Riccardo Bigon. Una luce accesa nella notte. Hotel Vesuvio sul lungomare. La riunione quando la mezzanotte è già passata e Napoli-Inter è finita da un po'. Si va avanti a lungo. Si fa quasi l'alba. Il futuro di Mazzarri, innanzitutto. Quello è il dubbio. E perciò ecco gli eventuali possibili sostituti. Da Rossi a Gasperini, anche Reja, Ranieri e chissacchì ancora. Carriere, profili, caratteri, si valuta.

Si parla, tanto. E di tutto. Cavani la faccenda seria di questi giorni. Presto, prestissimo l'incontro coi procuratori per blindarlo: ingaggio arrotondato, un anno ancora di contratto (2016) e clausola rescissoria a cinquanta milioni. Notte fonda. Caffè e nomi sul tavolo. Quello di Alfred N'Diaye più degli altri. E'il nome giusto per la difesa e il centrocampo. Parigino di nascita, senegalese di origine. E' cresciuto negli Usa, nel Vandoeuvre. Ventuno anni da poco, ha militato in tutte le nazionali francesi. Ha centimetri e talento. E' del Nancy, sarà del Napoli. L'affare è a buon punto.

Come pure per Berni, portiere della Lazio. E per Tim Matavz, bomber del Groningen. Per lui però l'operazione si è rallentata e il Napoli riflette. Sette milioni sono tanti, ci stanno anche le alternative. E i sogni. Belli, bellissimi. Sanchez è la meraviglia del mercato. Lo vogliono tutti, anche il Napoli. Costa una trentina di milioni, e Pozzo non fa sconti. L'Udinese ha merce buona. Lì c´è Sanchez, un fenomeno. E poi Inler, il centrocampista perfetto. Quindici milioni la sua valutazione, nove l'offerta di De Laurentiis. Parlando, si può trovare l'accordo. Magari doppio. Innanzitutto Inler però. E a centrocampo che c´è da mettere mano. Pazienza è quasi della Juve: contratto triennale. Gli è stato proposto un nuovo accordo però, e lui sta valutando. La Signora tenta, il Napoli rilancia. Si vedrà. Blasi va via, Yebda chissà. Il riscatto dell'algerino è fissato a 2,7 milioni. Il Benfica non tratta. L'affare si farà , ma non è detto che resti. Insomma, Gargano è l'unica certezze.

Poi i nomi, tanti. E ipotesi. Dzemaili del Parma è quella da più di un anno ormai. Wilson Palacios del Totthenam piace, eccome. Alou Diarra del Bordeaux ha peso, misure e qualità. Sissoko della Juve è una garanzia. N'Zonzi del Blackburn un ragazzone che pare Vieira. Da Palombo a Poli tutte possibilità. Tre o quattro ore a parlare. Idee, cifre, trattative concrete. E la mattina via a Milano, tutt'e due sempre. De Laurentiis in Lega, Bigon a vedere gente. Con l´agente di Maggio ha discusso di rinnovo. E´solo il primo approccio. Con Caliendo di Ederson, centrocampista del Lione e di Trezeguet. Il bomber s´è liberato dall'Hercules, sogna il San Paolo e costa zero. E' stato offerto. Come pure Ederson, centrocampista del Lione.
fonte:corrieredelmezzogiorno.it

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©