Sport / Calcio

Commenta Stampa

LO SCRIVE IL CDS

Napoli, sarà M'Bengue il "nuovo Dossena"?


.

Napoli, sarà M'Bengue il 'nuovo Dossena'?
27/04/2012, 10:04

Francia e Africa nel cuore: è sempre questo, sempre ma non solo questo, il canovaccio del mercato del Napoli. Che guarda al campionato e alla Champions, certo, e dunque anche al futuro: strettamente collegati, un triangolo da affrontare molto prima del tempo dei bermuda. L'estate sarà il momento clou, quello della conclusione e dell'asse arrivi-partenze modello aeroporto, ma nel frattempo gli aerei sono comunque alleati preziosi per raggiungere mete interessanti. Epicentri di partite e talenti: lente d'ingrandimento azzurra, pelle soprattutto d'ebano. Giovani e forti, fisico e carta d'identità a recitare d'alleati: Cheikh M'Bengue del Tolosa è uno di quelli in possesso dei requisiti giusti.
IL BLITZ - E allora, analisi e analitiche considerazioni di un mercato che non è mai stato interrotto: dopo averla girata in lungo e in largo, e dopo aver cominciato a tracciare già da un po' la circonferenza, sembra proprio che presto il cerchio della Francia sarà chiuso con successo. Con un acquisto, o quantomeno con un assalto decisivo a uno dei mercati prediletti dal gruppo del d.s. Bigon: il nome di Cheikh M'Bengue (23), mancino francese naturalizzato senegalese del Tolosa e del Senegal, è uno di quelli sotto osservazione. Lo sarà, a quanto pare, anche oggi, in occasione della sfida Tolosa-Montpellier: un emissario del Napoli è atteso in tribuna per la partita.
GLI OBIETTIVI - Vale la pena di tornare per un istante in Italia, prima di insistere su garçon e monsieur: perché se il Napoli ha messo gli occhi su M'Bengue significa che cerca un mancino. E che Dossena è in uscita. E ancora: un centrocampista fisico, un difensore centrale e un attaccante sono le priorità. Ma è ovvio che, soprattutto per quel che riguarda l'attacco, la portata dell'investimento dipende interamente dal futuro di Lavezzi. Ma questa è un'altra storia. Come la dichiarazione del manager di Gargano, Bentancur - «Ha estimatori in Germania» - e la questione dei rinnovi di De Sanctis e Campagnaro.
FONTE: CORRIERE DELLO SPORT
PdM

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©