Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Siena-Napoli, 2-1. La sfida con l'Inter è un vago ricordo

Napoli sconfitto. Donadoni:"io il primo responsabile"


Napoli sconfitto. Donadoni:'io il primo responsabile'
04/05/2009, 09:05

Chi si aspettava di rivedere il Napoli di domenica scorsa è rimasto deluso: gli azzurri, orfani di Lavezzi,  in casa del Siena sembrano assenti e poco incisivi, in particolare nel primo tempo e la sconfitta arriva inesorabile, 2-1.
Lo svantaggio giunge subito: all’11' l'iniziativa di Kharja mette in crisi la difesa azzurra e con un perfetto sinistro dal limite dell'area insacca Navarro.
I toscani, non contenti, raddoppiano con Maccarone al 25': Zuniga crossa dal fondo e l'attaccante insacca di potenza.
Donadoni si gioca le carte Datolo e Denis, per Mannini e Zalayeta, e da una punizione del centrocampista argentino arriva il primo tiro in porta del Napoli.
I partenopei accorciano le distanze con Pià, imbeccato da Datolo ed è 2-1. Gli azzurri di una settimana fa sembrano scomparsi.
"E' stata una brutta pagina del Napoli”. Racconta così Roberto Donadoni la partita del Napoli contro il Siena.
La vittoria sull’Inter aveva riconsegnato morale ai tifosi, alla squadra stessa e alla società, ma l’approccio di oggi ha mostrato quasi un calo di motivazioni: "Noi non siamo una squadra che lotta per la Champions quindi incontriamo squadre di diverso calibro- ha evidenziato il tecnico- Il primo responsabile sono io perché non sono evidentemente riuscito ad inculcare ai ragazzi gli input giusti per affrontare questo match". Questione di approccio anche secondo Pierpaolo Marino: "I ragazzi hanno praticamente regalato 70 minuti agli avversari. La squadra ha giocato solo negli ultimi 20 minuti e questo sinceramente è difficile da spiegare. Ma siamo verso il finale di stagione e le valutazioni globali le faremo quando terminerà il campionato".

Commenta Stampa
di Francesca Fortunato
Riproduzione riservata ©