Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

De Laurentiis: "Farò loro un regalo"

Napoli, scontri tra tifosi e forze dell'ordine: sei i feriti


Napoli, scontri tra tifosi e forze dell'ordine: sei i feriti
18/01/2010, 12:01

NAPOLI - Tra Palermo e Napoli è finita a reti inviolate, ma tra tifosi e forze dell'ordine di inviolato non c'è nulla. Nota negativa di ieri è lo "scontro" tra supporters azzurri, polizia e stewards (anche se non troppo violento) avvenuto fuori dal San Paolo prima dell'inizio della partita.
Il rapporto tra i tifosi e chi deve far rispettare l’ordine non è proprio dei migliori e dopo il caos di Torino è giunto anche il bis.
Prima dell’inizio della sfida tra il Napoli e il Palermo, dinanzi all’ingrasso della Curva A, ci sono stati alcuni momenti di tensione. I tifosi hanno sradicato un tornello: sei le persone rimaste ferite e portate in ospedale con prognosi dai quattro agli otto giorni.
Poteva andare peggio, in fin dei conti il bilancio non è grave, ma c’è bisogno di un freno a tali situazioni. Dopo la partita si è fatto sentire anche De Laurentiis.
"Farò loro un regalo, si sono comportati egregiamente – ha dichiarato il presidente azzurro riferendosi agli stewards - . Meglio non parlare della gara, questo non è il calcio che piace a me”.
Parole dure per quel rigore concesso al Palermo: “Quando l'arbitro ha assegnato quel rigore inesistente, avrei avuto voglia di alzarmi e andarmene. Ho troppo rispetto per i tifosi e sono rimasto al mio posto".

Commenta Stampa
di Francesca Fortunato
Riproduzione riservata ©