Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

CALCIOMERCATO

Napoli, si respira aria di addii


Napoli, si respira aria di addii
18/04/2012, 18:04

Si respira aria di primi addii in casa Napoli. A dover svestire la maglia azzurra non saranno in pochi e tutti entro la prossima sessione di mercato.  Partendo dalla difesa, è sicura la partenza di Ignacio Fideleff. Il difensore argentino è molto richiesto, soprattutto in Inghilterra, con il Blackburn disposto ad acquisire l’intero cartellino del calciatore. Il Napoli, però, non ha intenzione di cederlo a titolo definitivo e quasi sicuramente lo darà in prestito per farlo maturare pienamente. Imminente invece la firma del rinnovo contrattuale diSalvatore Aronica, mentre Britos si gioca la riconferma nel capoluogo campano in queste ultime apparizioni stagionali. Anche il difensore uruguaiano è finito sul banco degli imputati dopo le poco convincenti prove in campionato ma il presidente De Laurentiis ha dichiarato giorni fa di avere fiducia nelle sue qualità. Incerta anche la situazione di Gianluca Grava. Sempre più probabile però che l’unico reduce della cavalcata dalla C1 lascerà, consensualmente con la società, il club partenopeo. A centrocampo, ci sarà la rescissione del contratto di Marco Donadel, nonostante la smentita per niente convincente del suo procuratore. Nessuna presenza in campionato per l’ex Fiorentina, ed una serie di infortuni, di cui alcuni misteriosi, che lo hanno tenuto lontano sia dai campi di gioco che dal gruppo azzurro. Verso l’addio quasi certo, invece,Andrea Dossena, che in questa stagione ha dimostrato di non essere più il calciatore dei bei tempi di Udine e Liverpool. Il suo rendimento è stato continuamente mediocre e la fiducia nei suoi confronti è calata vertiginosamente. Per quanto riguarda il reparto offensivo, la situazione è decisamente diversa. La clausola di Lavezzi tiene in ansia tutti e le ultime indiscrezioni di mercato non fanno dormire sonni tranquilli. Che sia Manchester City o Anzhi, l’impressione è che prima o poi qualche sceicco o magnate russo arriverà a Napoli con la famosa valigetta piena di soldi e poserà sulla scrivania di De Laurentiis i 31 milioni di euro necessari per acquistare il suo cartellino. Poi spetterà soltanto al giocatore decidere il suo futuro, sperando che le pressioni del suo procuratore non siano così determinanti. Per Hamsik e Cavani, invece, la situazione consente di restare più tranquilli a meno di colpi di scena economicamente clamorosi. Goran Pandev, invece, molto probabilmente tornerà a Milano, sponda Inter, e non sarà riscattato dal club azzurro. Il problema sta tutto nell’ingaggio del calciatore che supera i tre milioni di euro; cifra che patron De Laurentiis non ha alcuna intenzione di sborsare, anche perché Lavezzi e Cavani percepiscono 2,2 mln di euro a stagione. Anche Cristiano Lucarelli lascerà definitivamente la squadra. Il centravanti livornese ha conseguito il patentino per allenare in quarta categoria e si dedicherà a questa sua nuova avventura. Già da un po’ di tempo, comunque, si sono perse le sue tracce ed ormai anche la convocazione in prima squadra è un miraggio. E pensare che mister Mazzarri, durante la sessione estiva del mercato, scelse di confermare Lucarelli, rifiutando l’esperienza e la qualità di David Trezeguet. Errori che a lungo andare si pagano caro ma che difficilmente saranno umilmente riconosciuti.

FONTE: RESPORT.IT

Commenta Stampa
di Luigi Russo Spena
Riproduzione riservata ©