Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

L'argentino ha detto sì alla Juve: 2.5 milioni per 5 anni

Napoli spuntato, Zalayeta e Lavezzi sul piede di partenza?


Napoli spuntato, Zalayeta e Lavezzi sul piede di partenza?
06/05/2009, 23:05

Due milioni e mezzo all’anno, fino al 2014. E il Pocho ha già accettato, la parola adesso spetta al club. Il futuro di Ezequiel Lavezzi potrebbe essere, così, lontano da Napoli.

Che il talento argentino fosse già da tempo nel mirino della Juventus, non è un mistero più per nessuno. Quello che non si sapeva, però, era che le trattative andavano avanti già da un mese ed oggi sembrano essere arrivate a destinazione, con l’attaccante che ha accettato per uno stipendio di gran lunga superiore di quello che percepisce all’ombra del Vesuvio. Del resto, il Pocho si era già lamentato, in più occasioni, della vita ‘da prigioniero’ che è costretto a fare a Napoli, assediato dai tifosi ogni qual volta mette piede fuori dalla sua casa di Posillipo.

A muovere la penna sul contratto proposto dalla Juve, anche l’allettante prospettiva di giocare la Champions League, sogno ormai sfumato per il Napoli dopo il deludente girone di ritorno.

La trattativa è nata due mesi fa, dopo l’andata della semifinale di Coppa Italia tra Lazio e Juve. Il passaggio di Lavezzi a Torino non è però chiaramente scontato: la decisione resta al patron del Napoli, Aurelio De Laurentiis, col quale l’argentino ha firmato un contratto fino al 2013.

La proposta fatta al Pocho è un quinquennale da 2.5 milioni di euro a stagione. Lavezzi, attraverso i suoi rappresentati, ha fatto sapere che l’offerta gli aggrada. Altre proposte, poi scartate, erano arrivate dal Manchester City e dal Liverpool.

Ma l’argentino potrebbe non essere il solo giocatore importante a lasciare Napoli. Dopo le insistenti voci di mercato che vogliono in partenza anche il gioiellino Hamsik, infatti, anche Marcelo Zalayeta potrebbe presto fare ritorno a Torino. L’attaccante uruguaiano, attualmente in comproprietà con la Juventus, ha raggiunto il punto di rottura con l’allenatore dopo non essersi presentato per due volte di fila agli allenamenti. In serata ha fatto sapere con una telefonata a Donadoni ed al direttore generale Marino di aver risolto i problemi familiari che lo avevano tenuto lontano da Napoli e che già da domani si sarebbe aggiunto alla squadra, ma difficilmente il rapporto con l’allenatore potrà risanarsi.
 

Commenta Stampa
di GF
Riproduzione riservata ©