Sport / Calcio

Commenta Stampa

Napoli, tutti in campo per la legalità!

Protagonisti i ragazzi coinvolti nel progetto Frequenza 200

Napoli, tutti in campo per la legalità!
17/06/2013, 10:57

NAPOLI - Venerdì 21 giugno, al Centro I.A.M.M.E di Napoli, si giocheranno le finali della prima edizione del Torneo di Calcetto Intervita – I.A.M.M.E, nel quale sono coinvolti i ragazzi dai 10 ai 16 anni residenti nel quartiere San Lorenzo Vicaria. Il torneo fa parte delle iniziative organizzate nell’ambito del progetto Frequenza 200 e ospiterà circa 300 giovani provenienti da quattro Scuole Medie, due Istituti superiori e da Associazioni attive sul territorio napoletano che si occupano di giovani a rischio. L’iniziativa è stata organizzata con l’obiettivo di avvicinare i ragazzi a concetti importanti come il rispetto delle regole, l’altruismo e la lealtà attraverso lo sport prediletto dagli italiani: il calcio!

 

Il torneo è organizzato in due gironi, il primo dei quali si è svolto nel mese di maggio ed ha avuto come protagonisti i ragazzi delle scuole coinvolte nel progetto Intervita; al secondo, ancora in corso, partecipano invece i giovani che aderiscono alle associazioni e alle parrocchie del quartiere. Le finali avranno luogo venerdì 21 giugno a partire dalle ore 15 e si sfideranno le squadre vincenti delle Scuole contro quelle dell’ Associazionismo e delle Parrocchie. Al termine dell’incontro, il sindaco di Napoli Luigi De Magistris premierà le squadre vincenti e tutti i partecipanti al Torneo.

 

L’appuntamento è anticipato da una “Partita della legalità”, per la quale scenderanno in campo i magistrati della Procura della Repubblica di Napoli, gli operatori del terzo settore, gli aderenti all’Associazione Napoli che Verrà e la giunta comunale di Casavatore, con l’obiettivo di mostrare ai ragazzi la vicinanza delle istituzioni nella promozione della legalità all’interno dei quartieri più a rischio. Il Torneo nasce infatti con l’idea che le sfide di ogni giorno possono essere affrontate solo nel rispetto degli altri e delle regole e lo sport rappresenta il modo migliore per promuovere questo importante concetto tra i più giovani. Grazie a questa iniziativa, i ragazzi non giocheranno solo una partita di pallone, ma una partita più grande, quella per la legalità!

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©