Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Spesi già 76 milioni

Napoli, un mercato da Oscar


.

Napoli, un mercato da Oscar
25/07/2013, 11:20

Per ora, De Laurentiis ha mantenuto le promesse e soddisfatto le aspettative. Erano già tutti pronti alla contestazione, tutti pronti a criticare il numero uno azzurro dopo la partenza di Cavani. Erano pronti i tifosi, ma non solo. La storia era sempre la stessa: una volta partito Cavani, come verranno investiti i soldi della cessione? La squadra verrà svalutata o si continuerà con il progetto di crescita? E poi si sprecavano ipotesi di squadre che potevano mettersi in piedi con la sola clausola pagata dal Psg. Il presidente ha risposto “sul campo” a suon di acquisti.

Era stato lo stesso patron napoletano a comunicare, via twitter, le risorse stanziate per il mercato: 64 milioni entrati nelle casse azzurre grazie alla cessione di Cavani, altri 60 tra diritti tv, Champions e voci varie. I colpi non si sono fatti aspettare. Si è iniziato con l’allenatore, quel Rafael Benitez che ha vinto tanto ed è abituato a farlo. Poi sono arrivati i calciatori per un Napoli che, rispetto alla scorsa stagione, appare rivoluzionato: Dries Mertens, ventiseienne esterno del Psv, pagato 10 milioni; Rafael, giovane portiere brasiliano che vanta già una notevole esperienza internazionale, costato 5 milioni; José Callejon, esterno blanco richiesto da Benitez, preso per 9 milioni; Raul Albiol, difensore forte ed affidabile, strappato al Real per 12 milioni, Pepe Reina arrivato in prestito a costo zero. E poi ieri è arrivato il top player che tutti stavano aspettando. Gonzalo Higuain, argentino, 25 anni, verrà presentato oggi alle 19.30 a Dimaro; per assicurarsi le sue prestazioni per i prossimi 5 anni, il Napoli ha versato nelle casse delle Merengues 40 milioni di euro.

Insomma, De Laurentiis ha, finora, investito 76 milioni di euro portando in azzurro cinque giocatori. Manca ancora qualcosa per dare a Benitez 22 giocatori assolutamente intercambiabili per affrontare al meglio la lotta scudetto e la Champions League. Ma bisogna essere fiduciosi, le premesse ci sono tutte. Ci sono, potenzialmente, ancora più di 40 milioni da investire: occhi puntati su un bomber “di scorta” (ancora calda la pista che porta a Martinez del Porto, senza dimenticare Matri e Gilardino), su un centrale di difesa (Astori? Rami?) e, forse, su un centrocampista centrale ed un esterno basso se Gargano e soprattutto Zuniga dovessero partire.

Commenta Stampa
di Elisa Manacorda
Riproduzione riservata ©