Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Napoli, una vittoria per Maradona


Napoli, una vittoria per Maradona
15/04/2011, 11:04

La testa va sempre lì, al Napoli di Maradona e degli scudetti. Troppo forti gli azzurri quest'anno, troppo ghiotta la situazione di classifica per non lasciarsi andare a paragoni, per nulla irriverenti. Anzi, i numeri sono dalla parte di Mazzarri, a conferma di quanto sia incredibile la stagione di Cavani e compagni. Dei tanti paralleli uno è diventato insistente, ingombrante, un record pronto per essere battuto.

Si tratta delle vittorie del Napoli in un solo campionato: ai tempi di Maradona, nella stagione magica del secondo scudetto (1989-1990) furono 21 le vittorie in 34 partite (19 alla 32a giornata). La Mazzarri band è ferma a 20 dopo 32 match, quindi un ruolino di marcia superiore a quello degli azzurri di Diego, ed ha a disposizione sei partite per uguagliare e superare il primato. Domenica con l'Udinese la prima occasione: una vittoria per raggiungere Maradona nella storia del Napoli, per dedicargli l'ennesimo successo, per confermare che questa stagione ha qualcosa di magico.

Mazzarri non guarda ai numeri ma crede eccome in un Napoli vincente, anche contro i velocissimi uomini di Guidolin. Lo spera anche Maradona, che manda messaggi d'amore attraverso il suo amico Salvatore Bagni e che sogna di poter festeggiare al San Paolo quel terzo titolo che con lui non arrivò mai. Una vittoria per Diego, per arrivare a 21 e per continuare la corsa con il Milan.

A guardare le due serie vincenti, si scopre che il Napoli di oggi è meno bravo nell'evitare le sconfitte, a salvarsi con un pareggio, ma potenzialmente vince di più di quello di 21 anni fa con Bigon. La squadra di Diego però aveva più carisma e metteva sotto tre volte su quattro Inter e Milan, cosa che non è riuscita a Mazzarri, che ha fin qui inanellato tre sconfitte su tre. Poco male, l'ultima occasione, la più importante per battere l'Inter, arriverà nella penultima giornata al San Paolo. C'è tutto il tempo per conquistare altri record e continuare a sognare.

Fonte: Leggo .

Commenta Stampa
di Salvatore Formisano
Riproduzione riservata ©