Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

FOCUS

Napoli-Catania e la rivincita dei "gregari"


Napoli-Catania e la rivincita dei 'gregari'
22/02/2011, 06:02

Non brilleranno di luce propria, non come fanno le stelle di questo Napoli. Eppure, si sono presi le luci della ribalta, recitando, per una volta, il ruolo dei protagonisti assoluti.
I “gregari” azzurri, con il Catania, hanno fatto la differenza. Finalmente. Un passo significativo in quel processo di “crescita collettiva” tanto caro a Mazzarri. Con tanti impegni alle porte, infatti, era necessario dosare le forze, facendo riposare i più stanchi e dovendo sopperire all’assenza di Lavezzi.
Un turnover obbligato che rappresentava un’insidia non da poco. Il Catania era fresco e pimpante, gli azzurri venivano dalla dispendiosa gara col Villarreal, giocata appena 72 ore prima.
Eppure, il Napoli non ha sofferto. Sarà stato pure diverso, ma è rimasto lo stesso: Attento, concentrato, rabbioso e determinato ad ottenere l’intero bottino. Mazzarri sembra aver definitivamente dato un’identità a questa squadra.
Tanto che anche quelli che non possono godere dello status di “titolarissimi”, riescono ad offrire un contributo importante alla causa azzurra.
La gara con il Catania è stata, infatti, la gara delle conferme. Per Santacroce e Zuniga, innanzitutto. Ma anche per Yebda e Sosa, anche loro considerati dei “co-titolari” da Mazzarri.
Il difensore italo-brasiliano, probabilmente, è stato il migliore in campo. Santacroce ha giocato una partita perfetta, anticipando regolarmente il proprio avversario di turno. Una prestazione senza sbavature, figlia della concentrazione e di una ritrovata maturità.
Che dire, poi, di Camilo Zuniga. Il colombiano ha corso tanto, continuando a disimpegnarsi egregiamente in un ruolo che, almeno sulla carta, non gli appartiene. Ha sudato e faticato per mesi e, infine, ha addirittura trovato la sua prima rete in maglia azzurra.
Anche Sosa, che si è procurato il rigore poi fallito da Cavani, e Yebda, autore della solita prestazione tutta fiato e muscoli, hanno fatto la loro parte. Sono stati, seppur in maniera meno evidente, protagonisti per una sera.
Tutte ottime notizie per il Napoli, chiamato adesso ad un vero e proprio tour de force. Che le stelle continuino a brillare, per carità. Ma è bene che tutti sappiano che quando lo faranno ad intermittenza, si potrà sempre contare sui “gregari” azzurri.

Commenta Stampa
di Pietroalessio di Majo
Riproduzione riservata ©