Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LA PARTITA

Napoli-Chievo: precedenti, numeri e curiosità


Napoli-Chievo: precedenti, numeri e curiosità
21/09/2010, 09:09

Negli ultimi anni la storia del calcio Napoli e quella del Chievo Verona sono state molto diverse. Mentre la squadra azzurra tra il 2001 e il 2006 otteneva anonimi piazzamenti in serie B e scompariva per poi ripartire dalla C, il Chievo viveva la sua favola: la sua prima promozione in serie A, piazzamenti nella vecchia coppa UEFA e addirittura ai preliminari di Champions League nell'anno di calciopoli. Proprio a causa dei due percorsi molto diversi, le due squadre si sono ritrovare insieme in serie A solo nelle stagioni 2008/09 e 2009/10.

I PRECEDENTI AL SAN PAOLO: 4 incontri con 3 vittorie del Napoli ed un pareggio. Nei gol è in vantaggio il Napoli per 7 a 2. L'unico pareggio, 0-0, è avvenuto in serie B, così come la vittoria per 3-2 nella stagione 99/00 con gol di Oddo, Schwoch e Magone per gli azzurri, Zanchetta e Cossato per il Chievo. L’ultima vittoria azzurra al San Paolo è datata 20 dicembre 2009: 2-0 con i gol di Hamsik e Quagliarella.

MAZZARRI vs PIOLI: I due allenatori non si sono mai affrontati.

CURIOSITA': L'unico pareggio, 0-0, coincide con la prima partita giocata in assoluto al San Paolo tra le due squadre. Era il 25 aprile del 1999.

GLI EX:  Mariano Bogliacino, con il Napoli dal 2005, è passato al Chievo Verona durante l'estate. L'uruguaino ha collezionato con la maglia azzurra 139 presenze mettendo a segno 17 gol. Matteo Gianello, cresciuto nelle giovanili del Chievo Verona ha giocato con i clivensi nella stagione 93/94 e dal 95 al 2000. Dal 2004 è al Napoli.

L'ARBITRO: Quattro le occasioni in cui Giannoccaro ha già arbitrato il Napoli. La prima nel 2007 quando al San Paolo il Napoli battè lo Spezia per 3 - 1. La seconda volta, invece, gli azzurri caddero a Genova proprio con la Samp di Mazzarri: 0 - 2. Le ultime due volte furono due 0 - 0 con il Siena, alla prima di campionato al San Paolo nel 2008 e in Toscana lo scorso marzo.

 

Commenta Stampa
di Marco Marino
Riproduzione riservata ©