Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Napoli-Genoa: gli azzurri non possono sbagliare


Napoli-Genoa: gli azzurri non possono sbagliare
21/02/2009, 19:02

Si respira l'aria elettrica e pesante di quei giorni da sfida della vita a Napoli. Reja sa che, la sua squadra, contro i "fratelli" genoani, deve vincere e convincere. Nelle ultime maledette gare la difesa è stata una groviera, l'attacco sfortunato e impacciato (con un Denis che ricorda a tratti il Calaiò del primo anno in A...o il Pià del primo in B). E il centrocampo... Il centrocampo? Ecco; appunto: dov'è finito il granitico centrocampo di inizio stagione? E c'è chi dice che il Napoli e i Napoletani si erano montati la testa. Che iniziavano a sperare in traguardi irraggiungibili e che sono stati "giustamente" puniti per le loro esagerate aspirazioni.
Eppure fa tristezza lo spettacolo di cattiveria gratuita unita a provvedimenti (vedi caso Mannini e divieto di trasferta) che, troppe volte, sanno di penalizzazione mirata; di palese discriminazione. Però il Napoli deve rialzarsi, senza apologie vittimistiche o scarichi di responsabilità. La squadra si è obiettivamente disunita e demoralizzata in questo per lei sfortunatissimo 2009.
Reja ha ammesso le sue colpe ma ha poi continuato su strade poco comprensibili, anche se probabilmente imposte da una rosa non foltissima, da seconde scelte che andrebbero bene come terze. E anche se il campionato è ancora relativamente lungo, qualcosa par suggerire che, domani al S.Paolo, il Napoli si giochi molto più di una partita. Gli azzurri mettono sul banco i sogni dei loro sostenitori e li puntano tutti in un'unica mano. Del resto, si sa, quando si tratta di sogni, a Napoli, non ci si può permettere di affidarsi al caso; non si può giocare d'azzardo. La passione dei tifosi può tramutarsi in un paio d'ali ma, anche, di converso, in un paio di catene che tirano giù; fino agli inferi. E allora in bocca al lupo a Reja e agli azzurri. Affinchè risorgano contro un avversario che era diretto fino a poche giornate fa e che, alla vigilia dello scontro, pare diretto si, ma verso traguardi migliori e diversi da quelli dei partenopei!

Commenta Stampa
di Germano Milite
Riproduzione riservata ©