Sport / Calcio

Commenta Stampa

LO SCRIVE IL CDS

"Napoli-Giuseppe Rossi: se son rose, fioriranno"


'Napoli-Giuseppe Rossi: se son rose, fioriranno'
09/07/2012, 10:07

Il Napoli tiene sotto controllo ciò che avviene in Spagna. Il Villarreal, infatti, ha bisogno di piazzare alcuni dei sui big essendo retrocesso nella Liga 2. E tra questi ci sono sia Cristian Zapata che Pepito Rossi . Se nei prossimi giorni dovesse presentarsi l'occasione propizia, il Napoli sarebbe pronto a portare in porto qualche «affaruccio». Per il momento il nome di Zapata, colombiano, è stato accantonato dopo aver saputo del suo ingaggio (oltre il milione di euro all'anno, scadenza 2016), peraltro è extracomunitario. Ma a De Laurentiis è sempre piaciuto Pepito Rossi, 25 anni, che al momento è ancora in fase di rieducazione dopo il doppio intervento al ginocchio (rottura del legamento crociato). L'italo americano vorrebbe conoscere qualcosa di più concreto sul suo futuro. Ha il contratto in scadenza nel 2016 e guadagna un bel po’. Ma il suo procuratore, Federico Pastorello, sta lavorando a fari spenti per trovare una soluzione compatibile con il suo lungo infortunio. Rossi dovrebbe ricominciare ad allenarsi verso la seconda metà di febbraio 2013.
Molto dipende da quello che decideranno i Roig, padre e figlio, proprietari del «Sottomarino giallo». Se le pretese del cartellino non saranno così esagerate e Rossi sarà d'accordo a un eventuale ritorno in Italia, l'operazione sarebbe da prendere in seria considerazione. Anche gli inglesi del Tottenham vi hanno fatto un pensierino. Ma a Pepito piacerebbe non poco la destinazione-Napoli. L'ambiente l'aiuterebbe molto di più che non il clima della Gran Bretagna a ritornare quello di prima e magari rientrare nel giro della Nazionale. Tra laltro è molto amico di Morgan De Sanctis avendo il papà origini abruzzesi prima di trasferirsi negli Usa. Se son rose, fioriranno. Ma nel tempo, non subito.
FONTE: CORRIERE DELLO SPORT
PdM

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©