Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

OLTRE ALLA FESTA

Napoli-Inter, i tifosi preparano la contestazione


Napoli-Inter, i tifosi preparano la contestazione
03/05/2011, 12:05

La festa, prima di tutto. Il Napoli è a un passo dalla Champions League e per adesso i tifosi non hanno alcuna intenzione di farsi il sangue amaro. La squadra deve essere accompagnata al taglio di un traguardo straordinario e ormai smarrito nella memoria. L'ultima partecipazione degli azzurri alla Coppa dei Campioni risale infatti a vent'anni fa, quando Diego Maradona e compagni fecero il bis scudetto ed entrarono nella storia del club.
Neppure l'eventuale addio di Walter Mazzarri, dunque, dovrà rovinare un momento di gioia atteso così a lungo. Lo striscione esposto sabato sera nella Curva A del San Paolo, durante la sfida contro il Genoa, dice tutto o quasi: "Chi vuole andare vada, chi vuole restare ben venga. L'importante è che sia stata una stagione stupenda". I napoletani hanno già preso la loro posizione: la gratitudine nei confronti dell'allenatore resterà, qualunque sarà la sua scelta finale.
Ma domenica 15 maggio, quando è programmato il match Napoli-Inter e probabilmente la aritmetica certezza dell’accesso diretto in Champions, si annuncia un clima di protesta sugli spalti di Fuorigrotta.
Essendo l’ultima sfida stagionale al San Paolo, sono programmati ringraziamenti per la squadra e per lo stesso Mazzarri, ma è anche annunciata una protesta. Civile, ragionata ma dura nei confronti del presidente De Laurentiis. Sugli striscioni sarà manifestata la voglia napoletana di brillare anche in Europa e, quindi, la necessità di dare vita in estate ad un mercato fatto ad alti livelli e non secondo le logiche, un po’ sparagnine ma vincenti, della scorsa estate.
Il presente fatto di applausi e di allegri e il futuro ancora tutto da leggere, anche alla luce dei misteri relativi alla permanenza o meno di Mazzarri in panchina: ora la gente reclama chiarezza dal patron.
FONTE: Il Roma

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©