Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Ricordate la storia della gazzella e del leone?

Napoli-Juventus, un duello che ricorda la... savana!


Napoli-Juventus, un duello che ricorda la... savana!
01/03/2013, 11:19

Ogni mattina, in Italia, un ciuccio si sveglia, si alza, e sa che dovrà correre più d’una zebra, altrimenti perderà. Ogni mattina, in Italia, una zebra si sveglia, si alza, e sa che dovrà correre più del ciuccio, altrimenti perderà. Non importa che tu sia zebra o ciuccio… comincia a correre!

Ad ispirarci è la storia, tutta africana, della gazzella e del leone. Una storiella che, se vogliamo, ricorda un po’ il duello Napoli-Juventus, in lotta non per la sopravvivenza, ma per il titolo. E’ dall’inizio della stagione, infatti, che le due società, le due squadre e le due tifoserie corrono e concorrono, si sfidano sul profilo dialettico e non solo. Una “battaglia sportiva”, avvincente, senza esclusioni di colpi.

Quelli inferti all’andata da Caceres e Pogba, ad esempio, ancora fanno male. I tifosi azzurri non hanno digerito quella sconfitta allo Juventus Stadium: fu un duro ritorno alla realtà. Quel giorno, i bianconeri affermarono la propria superiorità, messa in dubbio da quel successo poco limpido in Supercoppa e dalla vittoria del Napoli in Coppa Italia, ridimensionando di botto le ambizioni partenopee.

Questa sera, dopo diversi mesi, il Napoli ha una ghiotta opportunità: prendersi un’importante rivincita e, soprattutto, ridurre il divario dalla Juve, al momento in testa e con sei punti in più.

Per far sì che questo accada, il ciuccio dovrà correre più della zebra. Per poi svegliarsi, domani, e ricominciare da capo. Perché, nella savana come nel campionato italiano, non ci si può concedere delle pause, tutto va conquistato giorno per giorno, con la costanza, col sudore e con la corsa.

Commenta Stampa
di Pietroalessio di Majo
Riproduzione riservata ©