Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

VOTI E COMMENTI

Napoli-Liverpool, le pagelle


Napoli-Liverpool, le pagelle
21/10/2010, 22:10

Partita sottotono degli azzurri contro il Liverpool, troppi giocatori fuori forma, i voti bassi ne sono una semplice conseguenza:

De Sanctis 6 - Parata miracolosa su Ngog nel secondo tempo, ma un paio di uscite sono da brividi.

Campagnaro 6 - Controlla la sua zona senza eccessivi affanni, nel secondo tempo perde Ngong che però aveva approfittato di una leggerezza di Aronica

Cannavaro 6 - Gioca con autorità per gran parte del match, in un paio di occasioni esagera in sicurezza, come in occasione della palla rubata da Joe Cole.

Aronica 5,5 - Anche lui aveva giocato con buona personalità, nel secondo tempo commette un paio di errori grossolani che ne hanno inficiato il voto.

Dossena 6,5 - Corre molto, gioca con ardore per dimostrare alla sua ex squadra di essere un giocatore vero, crossa bene, peccato che non sia ben assistito. Almeno ci prova.

Gargano 5,5 - Una  sua buona percussione nel secondo tempo non è stata ben finalizzata da Cavani. E' sempre anarchico tatticamente e non ha i piedi del regista.

Pazienza 5,5 - Ha lottato bene con i dirimpettai inglesi, ma non è riuscito mai a far ripartire l'azione.

Hamsik 5 - Il pubblico azzurro è abituato ai suoi alti e bassi, stasera lo slovacco gioca a nascondersi, abulico e anonimo.

Maggio 4,5 - Dire che è fuori forma sarebbe un eufemismo. Sbaglia l'impossibile. Mai una giocata di rilievo. Dovrebbe riposare.

Lavezzi 5 - E' apparso anche lui fuori condizione. Vaga per il campo senza mai trovare la giocata giusta.

Cavani 6 - Un suo colpo di testa illude i tifosi del Napoli, corre con grande generosità anche se appare stanco. E' comunque il nuovo idolo del San Paolo.

I subentrati:

Zuniga 5 - Mazzarri non ripete l'errore di domenica, inserendolo al posto di Maggio, ma non ne azzecca una. Appare spaesato anche sulla sua fascia di competenza.

Yebda s.v.

Sosa s.v.

Mazzarri 5 -
E' vero, il Napoli ha la panchina corta, ma sembra che spesso non riesca a leggere le partite. Cambi tardivi e una squadra che è apparsa troppo contratta e povera di idee.

Commenta Stampa
di Roberto Russo
Riproduzione riservata ©