Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LE PAGELLE

Napoli-Parma, le Pagelle degli azzurri


Napoli-Parma, le Pagelle degli azzurri
10/04/2010, 22:04

DE SANCTIS voto 5:Trafitto per tre volte, nel tris subito non sembra mai essere in grado di accennare una reazione capace di contrastare gli affondi ducali. BUCATO

GRAVA voto 4,5: Imbambolato e surclassato dal tornado Crespo. Si lascia infilare con troppa faciloneria. SPROFONDATO
 
CANNAVARO voto 5: L’ingresso di Crespo sconquassa l’intera linea difensiva, il capitano affonda con tutta la nave. FALLA
 
CAMPAGNARO voto 5: L’arcigno difensore conosciuto nelle ultime settimane scompare sotto la spinta dei contropiedi parmensi. Assente in grinta e  determinazione. MOLLE

ARONICA voto 5: Nel primo tempo riesce a contenere Biabany, nella ripresa è sempre in ritardo e  favorisce gli squarci provocati dalle spine gialloblù. STRAPPATO
 
ZUNIGA voto 5,5: Qualità in fase di spinta, la profondità laterale è arricchita da piedi buoni e razionali. Tutto e troppo a discapito della fase interdittiva, spesso priva della sua presenza. SCOPERTO

PAZIENZA voto 4,5. Troppo evidente la difficoltà mostrata  sin dalla seconda parte del primo tempo. Soffre e arranca, sempre in difficoltà e in ritardo nel cuore del campo. STANCO

GARGANO voto 6: Copre e tappa le buche del compagno in mediana, è il più generoso e mobile nelle ripartenze. ELASTICO
 
HAMSIK voto 6: Si sacrifica in copertura provando a limare le sofferenze, veste i panni dell’uomo della provvidenza, purtroppo solo momentanea. VIVO

LAVEZZI voto 5,5: Parte benissimo, regalando l’assist vincente che Quagliarella deposita in rete. Il resto della partita è una continua ed improduttiva ricerca della posizione migliore per colpire. Un suo fantastico scatto, potenzialmente mortifero per lo sviluppo della partita,  è sprecato in malo modo. BUONISTA

QUAGLIARELLA voto 5: Segna e fa segnare, fino a quando sbraita, delira e fa esultare gli avversari privando la squadra di un uomo nel momento topico della partita e forse di un’intera stagione. COLPEVOLE
 
MAZZARRI voto 5: Buono l’approccio, ottimo il dominio territoriale ma la difficoltà mostrata a centrocampo è troppo evidente per non cambiare.  L’assenza di ossigeno era risolvibile con delle semplici manovre, dei cambi in corsa diventati ormai sconosciuti nella filosofia del mister. IMMOBILE

Commenta Stampa
di Massimo La Porta
Riproduzione riservata ©