Sport / Vari

Commenta Stampa

Nazionale Sindaci, presentata a Roma la stagione 2011


Nazionale Sindaci, presentata a Roma la stagione 2011
11/03/2011, 12:03

Si è svolta questa mattina alle ore 12 presso il Salone del Consiglio Federale della Federazione Italiana Giuoco Calcio a Roma, la conferenza stampa di presentazione della stagione 2011 della Nazionale Italiana Sindaci Onlus.

La presentazione condotta da Antonia Varini ha introdotto i relatori: Giancarlo Abete, Presidente FIGC; Roberto Reggi, Presidente NIS nonché Sindaco di Piacenza e Roberto Pella, Responsabile delegato nazionale per lo Sport ANCI e Relatore sul Nuovo Parere sullo Sport della Commissione Europea.

Ad aprire la conferenza è stato il “padrone di casa” il Presidente della FIGC Giancarlo Abete: “ E’ bello vedere tutti questi Sindaci con il tricolore schierati in questa sala. La dimensione sportiva e la dimensione sociale si fondono per una causa comune, una causa fatta da uomini fuori dal Comune. Vedo che il vostro calendario è fitto di impegni e mi auguro che questa volta agli europei si vinca il titolo e non come due anni fa quando arrivaste secondi. In bocca al lupo per le partite e le iniziative sociali”.

Un video della Nazionale Italiana Sindaci ha poi introdotto la “vita” della NIS. Il video ed il cd musicale sono stati realizzati da NIS con Gianni Bella.

E’ poi intervenuto il Presidente della Nazionale Sindaci Roberto Reggi: “ Grazie Presidente Abete dell’accoglienza non formale ma sportiva. Essere qui ha un significato particolare, valorizza ulteriormente l’esperienza che ci ha portato a giocare in tutta Italia. Quest’anno poi la nostra attività assume un significato particolare visto che ricorrono i 150 anni dell’Unità d’Italia. Il pallone unisce le differenza di partito, in campo l’unità è la cosa fondamentale per vincere. La nostra mission – prosegue Reggi – è quella di portare un aiuto concreto ad iniziative di solidarietà sociale rivolte soprattutto ai bambini. Abbiamo una forte ambizione: migliorare il mondo, non solo nelle nostre comunità ma anche negli stadi italiani. Rispetto delle regole, della legalità e dare il buon esempio. Questi i motivi per cui corriamo dietro ad un pallone.” Il Sindaco Reggi ha poi consegnato la maglia ufficiale NIS al Presidente Abete e una targa per meriti sportivi dedicata all’ospite speciale presente oggi in conferenza, il finanziere Fabrizio Donato, argento europeo nel salto triplo ai recenti Campionati europei indoor di Parigi.

La Nazionale è stata istituita nel 2002 dall’Associazione Nazionale Comuni d’Italia rappresentata oggi da Roberto Pella: “ ANCI ha subito creduto nel connubio tra istituzioni e sport. Quando arriva la Nazionale Sindaci diventa un giorno importante per tutto il territorio. La loro presenza porta con sé altre Nazionali e risulta essere una bella iniziativa di integrazione anche tra le diverse istituzioni. Ora con questo mio nuovo ruolo nella Commissione europea ci sarà anche il Vice Presidente FIGC Albertini. L’idea è quindi quella di una nuova dimensione europea per lo sport”.

E’ stata poi fatta una sorpresa ai Sindaci: Giancarlo Abete ha fatto mettere sul tavolo la Coppa del Mondo memore della vittoria ai mondiali 2006: “ La storia ha un valore, ricordiamo tutti la vittoria in Germania. Questa Coppa è il mio augurio per la NIS ai Campionati europei di luglio”.

La NIS quest’anno ha avuto il patrocinio di diverse istituzioni: FIGC, Lega Serie A, Lega Serie B, LND, Museo del Calcio, CSI, Fondazione Cannavò, Aces Europe.

“ Il rapporto con il territorio è stretto – dichiara Andrea Abodi, Presidente Lega Serie B – la nostra lega è un fenomeno territoriale. Una realtà come la NIS si sposa quindi perfettamente con i nostri valori in una realtà dove istituzioni e sport si sovrappongono”.

Presente anche Carlo Tavecchio, Presidente LND: “ E’ la prima volta che vedo così tanti Sindaci tutti insieme. Mi rifaccio a quanto detto da Abodi: la fusione con il territorio è alla base. Siamo una sorta di missionari sul campo. Bisogna investire si più nello sport . Gli enti locali hanno il 95% degli impianti sportivi, ma una minima parte sono a norma purtroppo. Possiamo fare di più”.

“ E’ un onore essere presente tra i patrocinatori – afferma Massimo Achini – É bello vedere questa iniziativa che parla dei valori dello sport. Qui si va al di là dell’impegno sportivo, voi regalate speranza. L’Italia ha bisogno di istituzioni che capiscono i valori dello sport. Ed è bello vedere una Nazionale Sindaci impegnata anche in questo. Il nostro contributo sarà portare i ragazzi a vedere le partite e vi propongo anche che le sedi delle stesse possano diventare occasioni di riflessione e dialogo sui temi dello sport”.

Ospite speciale come detto il finanziere Fabrizio Donato, non a caso presente in conferenza, visto che nel pomeriggio ha militato nella squadra Fiamme Gialle che ha giocato la partita contro la NIS.

“ Oggi è un’occasione unica: di solito sono i finanzieri che corrono dietro agli Amministratori, questa volta saranno gli amministratori a rincorrere i finanzieri - così ha esordito il Col. Vincenzo Parrinello, responsabile Gruppo Sportivo Fiamme Gialle - Dal 9 febbraio abbiamo inanellato una serie di successi sportivi sia ai mondiali di sci che nell’atletica. Non vorremmo interrompere questo ciclo proprio oggi. Siamo stati ben contenti di accettare la proposta fattaci ed ospitare la partita di calcio. Quando i valori sono forti noi ci siamo. Quest’anno ricorrono i 100 anni dell’impegno della Guardia di Finanza nello sport. Noi ci siamo, e siamo disponibili per altre vostre iniziative sul territorio”.

Fabrizio Donato ha poi omaggiato il Presidente Abete della maglia speciale confezionata per l’occasione di oggi.

Presente anche Alberto Nardino Capo Area Centro Sud CIR Food che da anni è sponsor ufficiale della NIS. Nardino ha ribadito il concetto del rispetto delle regole e della legalità, elementi che contraddistinguono anche l’Azienda CIR Food.

Nel pomeriggio quindi tutti sul campo del Circolo Villa Spada per la sfida tra NIS e Fiamme Gialle. Nomi di rilievo nella squadra gialloverde come Fabrizio Donato, Fabrizio Mori e Giuseppe Gibilisco. Agguerrite le due formazioni che hanno trasformato i due tempi di allenamento in una vera e propria partita. Unico obiettivo: la vittoria.

La NIS purtroppo ne è uscita sconfitta, mentre il periodo vincente delle Fiamme Gialle pare non volersi fermare. Due i gol subiti dai Sindaci, realizzati dai finanzieri Luca Palma ex-atleta di judo e Marco Caon ex-velocista in due azioni degne dei massimi campionati.

Il prossimo appuntamento per la Nazionale Italiana Sindaci sarà il 9 aprile a Taormina dove allo Stadio Comunale Valerio Bacigalupo, la NIS sarà in campo per la manifestazione sull’Unità d’Italia.

La Nazionale Italiana Sindaci nasce nel 2002 su iniziativa dell’ANCI (Associazione Nazionale Comuni d’Italia), con lo scopo di organizzare manifestazioni calcistiche in Italia e all’estero, dove siano presenti progetti a carattere sociale a cui devolvere di volta in volta l’incasso degli incontri amichevoli.

La Nazionale della “fascia tricolore”, attraverso lo strumento del pallone, si fa quindi portavoce di quei valori positivi che da sempre contraddistinguono il mondo dello sport, in particolare, indossando gli scarpini, i Primi Cittadini dimostrano come, da un lato, la responsabilità sociale sia alla base dei compiti che un Sindaco deve portare avanti nel corso del suo mandato e, dall’altro, lo sport sia il linguaggio più efficace per comunicare messaggi di solidarietà, vicinanza e speranza.

CIR food – Cooperativa Italiana di Ristorazione – da anni sponsor NIS, presente in 14 regioni italiane, sviluppa la sua attività in tutti i segmenti di mercato con l’obiettivo di promuovere una cultura dell’alimentazione sana ed equilibrata: ristorazione collettiva (ristorazione aziendale, scolastica, sociosanitaria e militare) e ristorazione commerciale, banqueting e buoni pasto. CIR food produce ogni anno circa 60 milioni di pasti gestendo oltre 900 cucine e 100 pubblici esercizi, con una forza lavoro di oltre 8.000 persone fra cui più di 1.000 cuochi. A numeri così importanti corrisponde un’esperienza trentennale nella gestione diretta di cucine e centri di cottura, un know-how incentrato sui valori imprescindibili della qualità del servizio e della tutela di una corretta alimentazione.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©