Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Nela: "Non ho fiducia nella limpidezza del calcio"


Nela: 'Non ho fiducia nella limpidezza del calcio'
30/03/2011, 14:03

A Radio Crc è intervenuto Sebino Nela, ex giocatore ed ora opinionista Mediaset Premium:
“Sono contento del rendimento della squadra azzurra. Il Napoli non ha mai tradito le aspettative. Ad ogni battuta di arresto la squadra ha saputo sempre reagire, questo vuol dire che il gruppo è preparato sia fisicamente che mentalmente. Se il Napoli dovesse arrivare alto in classifica farebbe vedere a tutti che non ci sono sempre e solo le solite note. Il Napoli ha un’ottima organizzazione societaria. La partecipazione in Europa dà la possibilità di ricevere denari freschi da poter investiti sul mercato e rinforzare ancora di più la rosa dei calciatori. Domenica mi aspetto una partita difficile perché la Lazio è una squadra che non subisce moltissimo e che sa giocare bene a calcio. Reja, viste le squalifiche di alcuni calciatori, schiererà giocatori muscolari che possono dare fastidio al Napoli. E' una squadra che si scopre poco anche se attualmente sono nervosi perché stanno avendo un calo atletico. La Lazio non sta attraversando un momento positivo, soprattutto perché ha perso il derby. Adesso c’è la volontà assoluta di arrivare almeno in Champions, ma la squadra di Reja non può dirsi essere una squadra serena. La Lazio lotterà moltissimo per rubare punti al Napoli. Se fossimo in un altro paese potrei dare percentuali sulle possibili vincitrici dello scudetto, ma purtroppo siamo in Italia e non ho molta fiducia nella limpidezza del sistema del calcio. Comunque penso che l’Inter sia la favorita, le darei il 45% di possibilità di vincere il tricolore, al Napoli darei il 35% e infine al terzo posto il Milan. La sudditanza psicologica esiste, c’è sempre stata e non è una componente facilmente eliminabile nel mondo del calcio. È presto per dire quale sarà la formazione ufficiale della Nazionale di Prandelli. Le vittorie portano sempre entusiasmo, verranno momenti meno felici ma l’importante è portare avanti una squadra giovane e pronta. L’essenziale è esprimere un bel gioco, anche se non si vince”.

Commenta Stampa
di Roberto Russo
Riproduzione riservata ©