Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Nicchi: "Lasciate fuori gli arbitri!"


Nicchi: 'Lasciate fuori gli arbitri!'
09/06/2011, 14:06

A Radio Crc è intervenuto Marcello Nicchi, presidente dell’AIA:
“Le mie sensazioni in occasione del centenario dell’AIA? Mi piacerebbe sentirle esprimere da voi. Secondo me è stata la dimostrazione di una classe arbitrale, di un mondo arbitrale sereno, tranquillo, terzo, trasparente dove siamo capaci anche di gustarci degli attimi di associazionismo puro. E’ un giorno importante, è un giorno in cui l’Associazione compie 100 anni, si chiude un libro se ne apre un altro, e credo che la soddisfazione più grande sia vedere questo affetto che abbiamo intorno a dimostrazione e riconoscimento del grande lavoro che tutti i giorni facciamo e ci impegniamo per dare un servizio sempre maggiore a tutto il mondo del calcio, non solo quello di vertice ma fino al settore giovanile. Cosa significa per un arbitro dirigere una gara al San Paolo? Non scendiamo nei particolari, per noi tutti gli stadi e tutte le società sono importanti e quando gli arbitri vadano ad arbitrale, che si trovino di fronte il San Siro, il San Paolo o il campo di periferia con 15 persone, vanno in campo con lo stesso spirito. Lo spirito dello sport, del divertimento che poi è quello che la gente vuole. Le mie sensazioni sul calcioscommesse? Non esprimo sensazioni perché la vita deve essere fatta di certezze. La classe arbitrale è fuori, e lasciatela fuori da queste problematiche. Se domani qualcuno dovesse dimostrare che un arbitro avesse fatto qualcosa, noi non avremo problemi a prendere provvedimenti. Ma per una volta tanto, visto che si parla solo di chiacchiere, lasciate fuori gli arbitri”.

Commenta Stampa
di Roberto Russo
Riproduzione riservata ©