Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

PARLA MAZZARRI

"Non mi accontento, non firmo per il sesto posto"


'Non mi accontento, non firmo per il sesto posto'
09/04/2010, 14:04

Walter Mazzarri arriva in sala stampa con un biglietto tra le mani che consegna ai giornalisti. Sul quel foglio il mister ha annotato i sette risultati utili consecutivi fatti dal Parma, segno che l'allenatore azzurro non crede a chi parla di una squadra senza motivazioni. Queste la parole di Mazzarri ai microfono di Radio Marte.
"Hanno valori importanti, giovani molto forti con giocatori dal passato importante. Viene da tutti questi risultati utili consecutivi, non può essere un caso. Io credo che sia più difficile affrontare una squadra considerata minore ma in forma che una squadra blasonata. Hanno un ottimo allenatore, di quelli poco pubblicizzati ma che sanno fare bene il proprio lavoro. Lo stimo, è molto bravo."
Il mister smorza subito tutti gli entusiasmi Champions.
"Dobbiamo mantenere i piedi per terra. Noi non abbiamo obiettivi, ma dobbiamo essere bravi ad affronatre una difficoltà alla volta. Ripeto, vogliamo arrivare più alto possibile, voglio che si vada in campo pensado che si possa sempre ottenere il massimo. Abbiamo un obiettivo ogni giorno. Fare bene ogni volta ci farà arrivare lontano. Gli obiettivi prima si raggiungono e poi si commentano, non il contrario."
L'infortunio di Maggio rende le scelte di Mazzarri obbligate. "Zuniga giocherà a destra. A sinistra potrebbe andare Aronica, è in ripresa ma deciderò dopo l'ultimo allenamento, nel caso abbiamo altre alternative."
L'ambiente può essere l'arma in più nella sfida di domani e nella corsa all'Europa. "Spero che domani ci sia tanta gente, che si facciano sentire. L'ambiente è fondamentale. Il San Paolo è casa nostra e i tifosi ci danno sempre una grossa mano, sostegno e grinta. Quello che abbiamo fatto sino adesso è straordinario. I ragazzi in queste partite hanno sempre dato il massimo, ma non sempre è facile mantenere questi ritmi."
Per Mazzari il sogno non si chiama Champions o Europa League, ma Europa e basta. "Se il campionato finisse oggi saremmo in una competizione europea, questo già sarebbe un sogno. Quasi nessuno ci credeva sino ad un pò di tempo fà. La piazza è grande e merita qualcosa di grande, ma dobbiamo considerare che abbiamo fatto grandi cose, risollevare una squadra dove la pressione è forte non è mai facile. La squadra ha avuto una grande crescita. Io però non mi accontenteri del sesto, anche se non so come andrà a finire, io non mi accontento mai."
Infine una parola su Denis e Cigarini, due giocatori poco utilizzati da Mazzarri. "Si sono sempre fatti trovare pronti, se non giocano è perchè chi va in campo ha dato segnali importanti, che mi lasciano pensare  che possono far bene con continuità. Non devono però pensare gioco poco o molto, ma che fanno parte di una squadra, di un gruppo in lotta per alti traguardi."

Commenta Stampa
di Marco Marino
Riproduzione riservata ©