Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

FERLAINO SULLO SCUDETTO

"Non vedo avversarie all'altezza del Napoli"


'Non vedo avversarie all'altezza del Napoli'
04/10/2011, 12:10

Ha un sostenitore speciale, il Napoli attuale. Un tifoso che ha dedicato una parte importante della sua vita alla gestione del club. Corrado Ferlaino è ritornato a discutere di calcio intervenendo a «Radio Gol» su Kiss Kiss Napoli. Il presidente dei due scudetti e della Coppa Uefa ha parlato della questione arbitrale e di quanto accaduto in Inter-Napoli. «L’attenzione dei media per Inter e Milan è sempre stata notevole, dunque è normale che si stia parlando più degli errori di Rocchi e non della splendida prestazione del Napoli. Finalmente, però, c’è stato un arbitraggio a nostro favore dopo tanto tempo. Ricordo ancora quella partita a Milano contro l'Inter, nel 1971, arbitrata dal signor Gonella che fischiò a senso unico, tutte le decisioni furono contro il Napoli e noi che stavamo lottando per lo scudetto fummo bloccati da quella sconfitta (2-1, ndr). Oggi il mondo è molto cambiato, una volta contava molto il peso politico. Oggi, con le moviole, le tv che vivisezionano le partite, questo peso non esiste più.
Scudetto - Ferlaino ha la sua favorita: «Finora, s’è vista una squadra più forte del Napoli? Direi di no. Le favorite di inizio campionato erano Inter e Milan che però sono in difficoltà. La Juventus è una convalescente, sta provando a riprendersi dopo anni bui. Forse le romane se la possono giocare, ma bisognerà aspettare il verdetto del derby della prossima giornata di campionato. Ora, non vedo avversarie per lo scudetto del Napoli.
Tridente - Dall’ex presidente un complimento al tridente attuale. «Hamsik, Lavezzi e Cavani potrebbero valere quanto la mia Ma-Gi-Ca (Maradona-Giordano-Careca). Ma il calcio di oggi, comunque, è diverso. Lavezzi quando è in forma semina gli avversari, questo terzetto mi entusiasma. La Champions? Ci sono un paio di squadre nel girone molto forti, aspetto per pronunciarmi».
FONTE: GAZZETTA DELLO SPORT

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©