Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

PARLA COLOMBA

"Non verremo a Napoli per fare da spettatori"


'Non verremo a Napoli per fare da spettatori'
10/10/2011, 19:10

A Radio Crc è intervenuto Franco Colomba, allenatore del Parma:

“Come vedo il Napoli? Questo è un Napoli di grande livello e di grande qualità, che ha ottenuto risultati incredibili. Mi sembrano lontani i momenti oscuri, dov’ero anch’io uno dei protagonisti delle stagioni azzurre. Nonostante l’annata travagliata vissuta a Napoli, è stato bello riuscire a raggiungere la salvezza alla guida del Napoli. Pian piano il Napoli è cresciuto, è diventato grande e sono felice di questo. Quali sono gli obiettivi del Parma? Sono quelli di una squadra che deve salvarsi il prima possibile, quindi cercheremo di incassare quanti più punti possibili. Non verremo a Napoli per fare da spettatori. Siamo consapevoli della forza degli azzurri e cercheremo di creare dei problemi. Devo preparare la partita al meglio poichè il Napoli ha un organico importante. Sono felice che la squadra di Mazzarri abbia fatto anche questo salto di qualità avendo ora rincalzi importanti. Sarà una stagione in cui il Napoli, sono certo, reciterà la parte di protagonista. Il valore di Dzemaili? Oltre ad essere un ottimo ragazzo, è una forza della natura. Finora ha giocato con il freno a mano tirato, pian piano però verrà fuori il suo valore. Avere in rosa uno come Dzemali credo sia una cosa importante. Il Napoli deve essere fiero di avere in organico un ragazzo che può essere fondamentale. Non consiglio Giovinco a Napoli poiché vogliamo tenerci stretto questo ragazzo. L’abbiamo valutato bene l’anno scorso e la società è stata brava a fare questo affare. Quest’anno Giovinco è partito benissimo, e deve continuare così perché il calcio è sempre un continuo esame. Il Napoli l’anno scorso ha pagato il doppio impegno, poiché impegnato tra campionato ed Europa League, ma quando si hanno in rosa giocatori importanti è tutto più semplice. Il Napoli ha quest’anno gli uomini giusti per cui la vedo meno dura rispetto all’anno scorso, seppur la Champions porta via tante energie, fisiche e mentali. Come imposterò la fase offensiva? Il Napoli è squadra, non è solo attacco, centrocampo e difesa. Maggio e Zuniga, per esempio, sono due attaccanti, ma anche due difensori. Credo che il Napoli sia una squadra maturata ed è consapevole delle propria forza. Il mio giudizio su Walter Mazzarri? Di un allenatore che tutte le stagioni ottiene sempre il meglio, non si può che dire che un gran bene. Mazzarri è uno dei migliori tecnici che ci siano in circolazione. Sono felice per lui perché si sta togliendo parecchie soddisfazioni. Poi, Walter è partito dal basso, ha fatto quella gavetta necessaria per diventare un ottimo
allenatore”.

Commenta Stampa
di Roberto Russo
Riproduzione riservata ©