Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LA TATTICA

Novara - Napoli, la partita alla lavagna


Novara - Napoli, la partita alla lavagna
11/12/2011, 09:12

Tre partite e nove punti per un altro grande regalo di Natale a tutti i tifosi azzurri, è questo l'obiettivo del Napoli dopo l'impresa di Champions League. Contro il Novara non sarà facile, il Piola è stadio ostico e i piemontesi hanno estremamente bisogno di punti salvezza.
Entrambi gli allenatori, Tesser e Mazzarri, hanno dei dubbi di formazione: il primo a causa delle tante assenze, il secondo probabilmente vorrà fare tur over dopo le fatiche europee.
Cambio di modulo per i padroni di casa, l'ex giocatore azzurro metterà i suoi in campo con 5-3-2, modulo più coperto per cercare di fermare le ripartenze della banda Mazzarri. L'uomo più pericoloso del Novara è senza dubbio Marco Rigoni, il fantasista dei piemontesi è il capocannoniere della squadra e l'uomo con il maggiore tasso tecnico. In avanti Granoche e Rubino spesso si muovono su tutto il fronte d'attacco per favorire gli inserimenti dello stesso Rigoni, Porcari e gli esterni. La maggiore spinta arriverà d sinistra con Gemiti, terzino che avanza molto e che approfitterà del cambio di modulo in fase attiva, quando gli uomini di Tesser passano ad un più offensivo 3-4-1-2.
Solito 3-4-2-1 per Mazzarri che però deve far fronte ad alcuni dubbi riguardo alla squadra titolare da mettere in campo.
In difesa potrebbe trovar spazio uno tra Grava e Fernandez, in mezzo al campo mancherà Inler causa influenza, Dossena dal primo minuto permetterà ad uno tra Zuniga e Maggio di rifiatare, davanti Pandev prenderà il posto di uno tra Lavezzi ed Hamsik. Nel caso a restare in panchina fosse lo slovacco, il Napoli si ritroverebbe con in campo un vero tridente, quindi con nessun giocatore in grado di fare quel lavoro di raccordo tra centrocampo ed attacco che svolge di solito Hamsik. Anche i duelli sulle corsi saranno fondamentali per l'andamento della partita. Gli azzurri spinti dall'entusiasmo champions, con la giusta intensità e il superiore tasso tecnico individuale possono far loro la partita e mettere in grandissima difficoltà una difesa che ha sempre preso gol dall'inizio del campionato.

Commenta Stampa
di Marco Marino
Riproduzione riservata ©