Sport / Vari

Commenta Stampa

NUOTO, MEDAGLIA D'ARGENTO PER QUATTRO GIOVANI CILENTANI


NUOTO, MEDAGLIA D'ARGENTO PER QUATTRO GIOVANI CILENTANI
09/07/2008, 14:07

 

Si chiamano Emanuele Belligno, Vincenzo Romano, Alessio Coccaro e Michele Amendola i quattro giovani  atleti cilentani che si sono aggiudicati a Bari la medaglia d’argento ai campionati italiani di nuoto pinnato.  I quattro campioni tutti di 16 e 17 anni, di Laurino, Capaccio, Roccadaspide ed Eboli, hanno gareggiato in una staffetta per  il centro sportivo “Social Club Aquilone” di Roccadaspide. A seguire i loro quotidiani allenamenti, il preparatore Peter Zambiano ed il direttore tecnico Antonio Molinaro. I ragazzi hanno rappresentato a testa alta la provincia di Salerno, aggiudicandosi il secondo posto ad una competizione nazionale piuttosto ambita nel mondo sportivo. L’impianto sportivo di Roccadaspide rappresenta uno dei centri con maggior esperienza nel settore. Gli indomabili Belligno, Romano, Coccaro e Amendola hanno acquisito negli ultimi anni delle capacità tecniche di elevato spessore che gli hanno permesso di raggiungere l’ennesimo traguardo.   Un successo super meritato che ha proiettato i quattro atleti verso competizioni di maggior rilievo nell’ambito nazionale. Un cammino esaltante per i ragazzi cilentanti che hanno realizzato il loro sogno. Sono passati circa cinque anni da quando Angelo Gorrasi pensò di realizzare nel comprensorio, una struttura sportiva per “creare” nuovi atleti. Il social Club L’aquilone rappresenta, infatti, una rara opportunità sportiva e sociale per i giovani ed i meno giovani dell’esteso territorio della Piana del Sele e della Valle del Calore. Insomma un’iniziativa che cerca di sopperire alle carenze impiantistiche di questa zona. “ È stata un’esperienza indimenticabile – racconta Emanuele Belligno – che non capita certo tutti i giorni. Per me il nuoto è una passione ed un hobby. Amo il mare e tutto ciò che vi ruota intorno. Spero  di continuare su questa strada e di raccogliere tutto quel che merito”.

Commenta Stampa
di Vincenzo Rubano
Riproduzione riservata ©