Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

L'INDAGINE

Nuovo scandalo scommesse all'orizzonte?


Nuovo scandalo scommesse all'orizzonte?
23/09/2011, 12:09

NAPOLI - Un nuovo scandalo scommesse all'orizzonte nel calcio? Centocinquanta sono le partite nel mirino della procura di Napoli. I magistrati starebbero indagando su flussi anomali di scommesse relativi a partite degli ultimi due campionati, di tutte le serie. Anche della A, nonostante la maggior parte siano di serie minori. L'elenco delle partite è stato inviato dall'Agenzia dei monopoli che ha giudicato "anomali" i flussi di scommesse. Lo ha detto il procuratore aggiunto di Napoli, Rosario Cantelmo, durante la conferenza stampa per illustrare i fermi eseguiti dai carabinieri nell'ambito dell'inchiesta su clan e scommesse.
Cantelmo ha anche riferito che è in corso una rogatoria con un Paese straniero e altre ne saranno avviate: dalle indagini sono emersi contatti tra i D'Alessandro-Di Martino e alcuni loro referenti in Spagna e Sudamerica. La Dda, con la procura di Torre Annunziata, sta esaminando il comportamento, definito "anomalo", di alcune tifoserie nei confronti di calciatori di squadre minori: c'è il sospetto che possano esserci contatti con i clan. "Si nota che la criminalità organizzata si fa sentire o addirittura le si chiede di intervenire", dice Cantelmo. Tra i fermati, oltre Maurizio Lopez, dirigente nazionale dell'ufficio quote e rischi di Intralot, definito "persona intranea all'organizzazione", anche Antonio De Simone, direttore ufficio commerciale Intralot.
Quest'estate, l'ultimo processo sportivo per le gare truccate si è concluso con la radiazione e la squalifica di molti calciatori ed ex giocatori (come Giuseppe Signori) e con la penalizzazione di molte squadre, tra le quali, in serie A, l'Atalanta, che però dopo appena tre giornate è già riuscita ad annullare i sei punti di penalità.
FONTE: REPUBBLICA.IT

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©