Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

LA CARICA

"Obiettivo Champions, Napoli la mia nazionale"


'Obiettivo Champions, Napoli la mia nazionale'
08/02/2011, 13:02

Hugo Campagnaro, parla ai microfoni di marte sport live
"Con il Cesena c'è stato turn over ma le cose sono andate bene perchè ognuno sa cosa deve fare e si fa trovare sempre pronto. Continuando su questa strada sono certo che faremo tanti punti. Adesso c'è la Roma, partita dura ma impossibile. Noi scendiamo sempre in campo per vincere e consapevoli di cosa dobbiamo fare. L'avversario è tosto ma noi ci prepareremo bene."
In città si parla di scudetto.
"Lo scudetto è una cosa difficilissima, ci sono squadre molto più preparate di noi. Il gruppo da sempre il massimo e vuole vincere il maggior numero di partite possibili. La lotta alla champions è qualcosa di più realistico rispetto alla vittoria del campionato."
I successi azzurri sono merito anche di una difesa che non prende più gol
"Colpe e meriti non sono solo della difesa. La squadra difende tutta ed attacca tutta. La cosa importante è che non solo subiamo pochi gol, ma che i nostri attaccanti ne fanno tanti e questo sta dando molta fiducia a tutto il gruppo."
In difesa è arrivato Victor Ruiz
"E' forte fisicamente e molto veloce. E' un ragazzo di grande talento. Ha una grande velocità di passaggio, è molto abile ad impostare e servire subito i compagni."
Il Napoli, tra campionato ed Europa, dovrà affrontare tantissime partite
"Noi ci faremo sempre trovare pronti. Le partite saranno tante ma noi abbiamo tanta voglia di far bene."
Campagnaro è uno dei più amati dai tifosi del Napoli, per lui si parla anche di una chiamata nella nazionale italiana
"Io vado sempre in campo per dare il massimo e per vincere. I tifosi poi mi incitano sempre e questo mi sentire forte. Il sogno sarebbe sempre quello di vestire la maglia della nazionale del Paese in cui si è nati, ma io non penso a nulla se non alla maglia del Napoli. La squadra cresce sempre di più e la voglia di arrivare in alto è tanta."
Con il Cesena tutti sono andati ad abbracciare Sosa al momento del gol, segno che il gruppo è unito
"Lui è un ragazzo stupendo oltre che un giocatore straordinario. E' stato molto sfortunato negli ultimi mesi e vedere finalmente una cosa che gli gira per il verso giusto ci ha fatto molto piacere. Io lo vedo tutti i giorni in allenamento e so che può dare molto di più. Abbiamo in squadra tanti campioni, Lavezzi, Hamsik, Cavani. Noi dietro dobbiamo solo evitare di prendere gol e dare palla a loro, sono certo che sapranno farsi valere."
Sabato c'è la Roma, chi teme di più Campagnaro?
"Vucinic è sicuramente quello più forte ed in forma della Roma. Menez però sta crescendo ed ha grandi doti, così come Totti che può cambiare la partita in qualsiasi momento. Sarà una partita difficilissima, servirà la massima attenzione. A loro mancheranno Burdisso e Mexes. Noi dobbiamo dare il massimo, solo così possiamo provare a vincere."

Commenta Stampa
di Marco Marino
Riproduzione riservata ©