Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

PARLA CONTE

"Odio perdere, ma il Napoli aveva più fame di noi"


'Odio perdere, ma il Napoli aveva più fame di noi'
21/05/2012, 09:05

Antonio Conte si è presentato con lo sguardo basso in sala stampa. «Non mi piace perdere, né a me né alla società, dobbiamo imparare a mangiare sempre, il Napoli in questa finale aveva più fame di noi». Un omaggio del tecnico della Juve agli azzurri, gli unici a battere i bianconeri in questa esaltante stagione. «Quanto ha inciso il rigore non dato alla Juve alla fine del primo tempo? Non ho visto, preferisco non commentare... C'è grande rammarico da parte nostra, avevamo la possibilità di vincere un altro trofeo e invece... Purtroppo ci siamo presentati alla finale con giocatori in condizioni fisiche precarie, ad esempio Vidal, che aveva un problema legato alla pubalgia. Il Napoli è un’ottima squadra, non bisogna dimenticare che è stata eliminata agli ottavi nel modo in cui ricordiamo dal Chelsea che poi ha vinto la Champions». Potrebbe essere una candidata per lo scudetto 2012-2013, se De Laurentiis rafforzasse questo gruppo. «Non saprei dire, noi ci auguriamo di fare un altro grande campionato», ha detto Conte, che non ha ancora sciolto i dubbi sulla permanenza alla Juve ed è sempre in attesa della convocazione della Procura federale dopo le accuse di Carobbio. Ha salutato definitivamente i tifosi Alex Del Piero. «Ovviamente avessi potuto scegliere avrei sognata una serata diversa, però è andata così - ha detto il capitano -. Quando si giocano queste partite si deve accettare l’esito del campo anche se c'è rammarico e dispiacere. Poi onestamente si sono mescolate così tante emozioni che non so neanche descriverle. È stato comunque un anno straordinario, fantastico, bellissimo per certi aspetti».

FONTE: IL MATTINO

Commenta Stampa
di Luigi Russo Spena
Riproduzione riservata ©