Sport / Calcio Napoli

Commenta Stampa

Offerta clamorosa del Psg, ma l'affare chi lo fa?

Leonardo ci prova per Cavani

.

Offerta clamorosa del Psg, ma l'affare chi lo fa?
04/07/2013, 12:00

Tante, troppe voci. E non si sa mai dove sta la verità, dove finisce la realtà e dove inizia il “fantamercato”.
L’indiscrezione dell’ultima ora, lanciata da varie fonti tra cui Repubblica, riguarda un’ipotesi di mercato che ha dell’incredibile. Leonardo, dg del Paris Saint-Germain, vuole portare Edinson Cavani a Parigi; Laurent Blanc, nuovo allenatore dei parigini, ha dichiarato che gli piacerebbe allenare il Matador: la differenza tra le chiacchiere e i fatti, in questo dorato mondo del pallone, la fanno i soldi, soldi che alla proprietà del club francese non mancano di certo. La “fantaofferta” del Psg, per portare nella capitale francese Edi, sarebbe la seguente: 40 milioni di euro più il cartellino di Zlatan Ibrahimovic che vuole tornare in Italia (e sarebbe disposto ad abbassarsi l’ingaggio fino a 6-7 milioni di euro).

Ora i dubbi. Ibra, grande campione (ma che in Europa non eccelle), può adattarsi alla filosofia di una squadra come il Napoli in cui ci sono equilibri da rispettare, in cui il collettivo ha un grande valore? Non è detto, ma Benitez è uno che sa gestire calciatori “ingombranti”.
In secondo luogo, e qui si parla di questioni meramente economiche, l’offerta del Psg potrà soddisfare le richieste del presidente azzurro? Con un’offerta di quaranta milioni cash la matematica vuole che il cartellino di Ibra sia valutato 23 milioni cioè 3 milioni in più di quanto pagato al Milan dal Psg: non si può pagare un giocatore, più vecchio di un anno, 3 milioni in più; l’importo del cash va aumentato, Ibra (32 anni ad ottobre) non può valere più di 18 milioni.

Quel che è certo è che i rapporti tra la società partenopea ed il Paris Saint-Germain sono ottimi, come testimoniato anche dall'amichevole prevista il 30 luglio al San Paolo. Entro quella data si dovrebbe anche prendere una decisione circa questo “fantaaffare”.

Commenta Stampa
di Elisa Manacorda
Riproduzione riservata ©