Sport / Vari

Commenta Stampa

OFFSHORE: CANGIANO E CARPITELLA IMPEGNATI NELLE ACQUE FRANCESI


OFFSHORE: CANGIANO E CARPITELLA IMPEGNATI NELLE ACQUE FRANCESI
23/05/2008, 09:05

Riparte il Mondiale della Powerboat P1 con la seconda tappa in terra francese. Il bolide del mare numero 88 "Kiton-Outerlimits" è pronto a riaccendere i motori Mercury con a bordo il thottleman napoletano Giancarlo Cangiano e il driver Carpitella: l'obiettivo è preparare lo scafo del team Osg per la seconda sfida di campionato del mondo - categoria Evolution, a Marsiglia sabato e domenica prossimi. Gli sfortunati ritiri della prima tappa nel mare di San Benedetto del Tronto non hanno abbattuto il team, ma anzi hanno dato ad Osg la carica per il rilancio.
"La Mercury ci è stata vicina così come la casa madre Outerlimits - ha spiegato Giancarlo Cangiano -, il nostro team punta a un riscatto immediato. Sappiamo bene quanto vale il nostro scafo e puntiamo al vertice del Mondiale".
Il "Kiton-Outerlimits" ha lasciato così i cantieri della Nuova Meccanica Navale nel porto di Napoli e sarà a Marsiglia da oggi per le prove libere del Gran Premio di Francia. Cangiano ritroverà oltralpe il driver americano, Joe Sgro, che lo accompagna nell'avventura mondiale 2008.
"Joe è un campione e non ha bisogno di dimostrare nulla. Negli Usa è un idolo. Insieme dobbiamo trovare quell'affiatamento necessario per essere competitivi nel Mondiale Powerboat. Abbiamo corso poco insieme, è quindi naturale che ci sia qualche difficoltà".
Nella categoria Supersport, invece, si profila a Marsiglia un altro grande duello tutto napoletano. Il leader e campione uscente è Angelo Tedeschi, che nel Gran Premio d'Italia è tornato subito alla vittoria con il suo bolide del mare "Conam Yacht". Ma lo sfidante "Baia High Performance", scafo del team Osg con alla guida l'esperto pilota partenopeo Renato Guidi, insieme a Roy Capasso e Stefano Acanfora, dopo aver esordito con un secondo posto prestigioso, si colloca tra i grandi sfidanti di Tedeschi.
A Marsiglia il programma prevede sabato e domenica le due prove del Gran Premio di Francia, la prima sprint, la seconda endurance.
 

Commenta Stampa
di Livio Varriale
Riproduzione riservata ©