Sport / Offshore

Commenta Stampa

Gran Premio classe 3c 2 lt

Offshore in gara a Napoli il 5 e 6 giugno


.

Offshore in gara a Napoli il 5 e 6 giugno
03/06/2010, 15:06

NAPOLI- Ancora una volta Napoli protagonista del circuito nazionale dell'offshore. Domenica 6 giugno, nelle acque del golfo, si svolgerà la terza tappa del Campionato Italiano Offshore Classe 3\\\\2 litri. Dopo il successo organizzativo e sportivo dell'Europeo 2008 e della tappa inaugurale del Campionato nazionale del 2009, con la vittoria in entrambe le occasioni dell'equipaggio di casa Carpisa Yamamay, il Circolo Canottieri Napoli ripropone nelle acque del golfo di Napoli la gara che sarà valida come Gran Premio Città di Napoli-Trofeo Nautica Schiano. Il percorso, già testato nelle occasioni precedenti e disegnato da Gennaro Russo, vedrà le imbarcazioni molto vicine al lungomare di via Caracciolo, con l'arrivo proprio di fronte al Molosiglio. Un circuito spettacolare sia per i piloti che per il pubblico, che potrà seguire le gare da terra, ma anche molto tecnico, con numerose virate che impegneranno i piloti nel corso dei dieci giri previsti. Ad assistere i team ci sarà il gruppo di Hi-Performance Italia."Come negli anni precedenti, non sarà facile correre nelle acque del golfo di Napoli - spiega il pilota di casa Diego Testa, campione europeo nel 2008 con lo scafo Carpisa Yamamay - solitamente i percorsi di gara sono più lineari, questo invece richiede un grande impegno da parte del pilota. Noi arriviamo a Napoli con una barca nuova, che ha disputato solo una gara e che deve ancora essere portata a regime, ma conosciamo il circuito e faremo il massimo per lottare per la vittoria e dare filo da torcere ai nostri avversari, anche se dobbiamo sperare che il mare non sia piatto per poter competere con gli avversari più forti. Lo scenario del golfo, con la vicinanza del lungomare, assicura uno spettacolo unico che solo il nostro golfo riesce a regalare - prosegue Testa - e mi auguro che gli appassionati possano seguirci da terra regalandoci il calore che ci hanno sempre dimostrato, anche se la mia imbarcazione porta un carico in più di 120 Kg dovuta a calcoli errati, ma ci proveremo".

Commenta Stampa
di Nando Cirella
Riproduzione riservata ©