Sport / Vari

Commenta Stampa

OFFSHORE:CARPISA-YAMAMAY CHIUDE LA STAGIONE IN POSITIVO


OFFSHORE:CARPISA-YAMAMAY CHIUDE LA STAGIONE IN POSITIVO
22/09/2008, 16:09

Molti i verdetti stilati nel lungo week-enk del Campionato Italiano Offshore Classe 3 appena terminato a Cavallino Treporti (Ve). Dopo il recupero di venerdì scorso della 4ª tappa annulata a luglio, è stata infatti la volta della 5ª e penultima prova tricolore, con l¹antipasto delle qualifiche del sabato che hanno assegnato l¹ambito Trofeo Pole Position 2008, attribuito all¹equipaggio che, nell¹arco della stagione, ha meglio figurato nelle prove in mare che precedono la gara.

Proprio i piloti napoletani del C11 Carpisa Yamamay, Diego ed Ettore Testa, hanno festeggiato sul podio più alto, vincitori della classifica finale davanti ai team del toscano Cucurnia e del pilota di origini francesi Baccellini. Un premio che continua a dare lustro ai più alti livelli allo sport ³made in Naples² seguendo, in ordine di tempo, l¹oro europeo e l¹argento mondiale conquistati dal Carpisa Yamamay in questa ennesima splendida stagione agonistica.

Ad aggiungersi, poi, c¹è stata la piazza d¹onore nel Campionato Italiano 2008, posizione ormai blidata dall¹equipaggio partenopeo, sebbene la rottura in quest¹ultima prova che ha così lanciato il team romano C47 di Bertolacci-Baglioni verso la vittoria del titolo tricolore. Una cinghia del motore ha infatti tradito, dopo appena 3 giri di gara, il Carpisa Yamamay proprio mentre conduceva una lotta serrata per la prima posizione. Ritiro, quindi, per i fratelli Testa e conseguente via libera ai diretti rivali di mettere le mani su trionfo finale, ormai già assegnato nonostante manchi ancora un¹ultima gara tricolore, in programma a Como il prossimo 27 settembre.

«Ma noi non ci saremo - sentenzia Diego Testa -. La nostra piazza d¹onore in classifica nessuno può più insidiarlaŠ E poi - scherza -, ogni tanto dovremmo pur lasciare qualche ³briciola² agli altriŠ

 

». Non perde mai il buon umore il pilota della Canottieri Napoli. «E come potrei al termine di una stagione come questa in cui ho portato a casa un titolo europeo e due prestigiosi secondi posti, uno nel Mondiale ed ora nel Campionato Italiano, quest¹ultimo accompagnato anche dalla vittoria del Trofeo Pole Position:

essere contenti è pocoŠ - esulta Diego che nel suo palmares vanta già 4 titoli tricolori -. Ma - aggiunge - non è certo finita!».

Sì, già si pensa alla prossima sfida, quella che dal mese di novembre vedrà il Carpisa Yamamay riproporsi nella lotta al Campionato Internazionale del Middle East Classe 6 litri di scena negli Emirati Arabi. «Lo scorso anno - spiega Testa - fu per noi l¹esordio in questa categoria ben più potente dell¹abituale 3 litri. Abbiano comunque chiuso nella top ten degli scafi più

forti: un ottimo risultato, tenuto conto che ci mancava l¹esperienza. Ora, invece, torneremo lì con molta più consapevolezza e con l¹obiettivo di puntare al podio». Sin dal prossimo ottobre, il Carpisa Yamamay si trasferirà quindi sulle sponde del mare arabo per preparare il nuovo scafo.

E c¹è da scommeterci che anche la prossima stagione sarà al cardiopalma.

Commenta Stampa
di Redazione
Riproduzione riservata ©