Sport / Vari

Commenta Stampa

OLIMPIADI 2008: OGGI LA CHIUSURA, CINA RECORD DI ORI


OLIMPIADI 2008: OGGI LA CHIUSURA, CINA RECORD DI ORI
24/08/2008, 11:08

Il fattore “casa” o, per chi vuole leggerci il doppio senso, fattore “C” gli avrà sicuramente dato una mano, ma la Cina si è preparata al massimo per non perdere un’opportunità storica: record di medaglie d’oro. Superati gli Stati Uniti, anche se il totale del medagliere non consente ai cinesi di siglare il record generale. Ma quella medaglia dorata, che brilla negli occhi di chi la vince, quella si è tutta per loro.
Si sono concentrati, si sono messi alla ricerca dei migliori atleti, hanno studiato le tappe, le piscine, i ring, tutto per non lasciarsi sfuggire una possibilità così importante. Effettivamente sono stati i più forti. Nella ginnastica hanno più che dominato e sono riusciti in sport inimmaginabili, per esempio in windsurf femminile, con la Sensini che ha dovuto abbassare la testa dinanzi ad un’atleta che conosceva alla perfezione il tracciato. Un colosso vero e proprio, una macchina.
A distrarre dal predominio cinese è stata l’America con il suo Phelps, lì nessuno a potuto nulla, in fondo è lui che rimarrà nella mente di tutto, e poi Bolt, un po’ messo in discussione ma un vero e proprio fenomeno.
I padroni di casa hanno un solo rimpianto: aver perso Liu Xiang, il loro vero amore.
Si dice che le Olimpiadi rispecchino l’economia mondiale, c’è da dire che questa edizione pare proprio seguire questo detto. Un’influenza politica tanto forte da ottenere il permesso di svolgere Pechino 2008, nonostante le crudeltà nei confronti dei tibetani, una popolazione gigantesca, che mette insieme quasi un quarto degli abitanti del pianeta.
La Cina ora può guardare tutti dall’alto in basso, l’Italia vista da la su sembra proprio piccola

Commenta Stampa
di Francesca Fortunato
Riproduzione riservata ©